Microchip, impronte digitali e codici a barre: dall'1 ottobre la carta d'identità elettronica

Il Comune entra ufficialmente nell'Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr). Per avere il nuovo documento sarà obbligatoria la prenotazione online. Da 22 a 27 euro i costi di rilascio. Orlando: "Si conclude un percorso lungo e tortuoso, ora più servizi"

Dal primo ottobre addio alla vecchia carta d'identità, arriva quella elettronica. Niente più rinvii, stavolta il Comune è davvero pronto a passare dal cartaceo al digitale. Anagrafe e postazioni decentrate da lunedì entreranno in modo ufficiale nell'Anpr (Anagrafe nazionale della popolazione residente) e potranno rilasciare le carte d'identità elettroniche (Cie). Sono stati infatti completati i lunghi lavori di "allineamento" dei dati fra l'anagrafe comunale e il sistema del ministero dell'Interno. Una svolta che arriva a distanza di quasi un anno dal primo annuncio fatto dall'amministrazione Orlando: nella tabella di marcia originaria, infatti, la carta d'identità elettronica sarebbe dovuta entrare in vigore a Palermo nel novembre 2018.

Microchip e impronte digitali

Il nuovo documento avrà la forma di una carta di credito e sarà dotato di un microchip: la componente elettronica consentirà la protezione dei dati anagrafici, della foto e delle impronte digitali del titolare. L'acquisizione delle impronte digitali è un'altra delle novità introdotte con la Cie. L'impiegato comunale adopererà un sensore di rilevazione sul quale il cittadino dovrà poggiare le proprie dita: prima l'indice della mano destra e poi l'indice della mano sinistra. La rilevazione delle impronte digitali è prevista per ciascun cittadino di età maggiore o uguale a 12 anni. La Cie, oltre ai dati anagrafici, riporterà il codice fiscale - anche sotto forma di codice a barre - e gli estremi dall’atto di nascita.

Prenotazione della richiesta

La Cie potrà essere richiesta solo su appuntamento. Inutile presentarsi allo sportello e fare la fila senza prenotazione, anche perché il documento non potrà essere rilasciato subito. In base alle linee guida nazionali, il cittadino dovrà prenotarsi attraverso il sistema "Agenda Cie” al quale è possibile accedere mediante il tasto "prenotati" del portale oppure direttamente sul sito www.prenotazionicie.gov.it. E' necessario effettuare la registrazione ad acquisire username e password, al fine di richiedere un appuntamento per il rilascio o il rinnovo della Cie. Ogni cittadino può inserire un appuntamento per se stesso e per i suoi familiari, fino ad un massimo di 5 appuntamenti. Inserito l’appuntamento, il sistema "Agenda Cie" rilascerà una ricevuta che andrà stampata e consegnata all’operatore comunale il giorno della presentazione della richiesta. La ricevuta, congiuntamente all’appuntamento sul calendario, verrà recapitata anche alla mail indicata al momento della registrazione. Potrà essere utilizzata come documento di riconoscimento, in quanto riporta nella prima pagina un Qr Code. Gli appuntamenti si potranno prendere a partire dall'1 ottobre. Le postazioni in cui si potrà fare la Cie saranno 15: viale Lazio più altre sedi 14 decentrate dell'Anagrafe. In ogni ufficio ci saranno almeno 2 sportelli (4 in viale Lazio) dedicati al rilascio della Cie.

Caratteristiche delle foto, costo e validità della Cie

All'ufficio dell'anagrafe comunale, il cittadino potrà presentarsi con la tradizionale fototessera in formato cartaceo oppure con una foto elettronica su pendrive Usb. Le fototessere dovrà essere dello stesso tipo di quello utilizzato dal passaporto. La definizione immagine dovrà essere almeno 400 dpi e la dimensione massima del file 500 kb. Le foto digitali dovranno essere in formato Jpg. La Cie costerà 22,20 euro, mentre il duplicato 27,35 euro. In entrambi i casi 16,8 euro anranno versati dal Comune al ministero dell’interno. Il costo potrà essere pagato in contanti o tramite Pos (non appena saranno attivi). Non sono ammessi bonifici. La carta d'dentità elettronica avrà durata di tre anni per i minori di età inferiore a 3 anni, una durata di 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 ed i 18 anni ed una durata di 10 anni per i maggiorenni.

L'identità digitale

La Cie è uno strumento predisposto per l’autenticazione in rete da parte del cittadino, finalizzato alla fruizione dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni. Inoltre è un fattore abilitante ai fini dell’acquisizione di identità digitali sul Sistema pubblico di identità digitale (Spid). "Finalmente - afferma il sindaco Leoluca Orlando - si conclude un percorso che è stato particolarmente lungo e tortuoso. Finalmente anche i cittadini di Palermo potranno usufruire dei servizi digitali accessibili tramite la carta elettronica, anche per interfacciarsi proprio con l'amministrazione comunale e i suoi numerosi servizi online. Spiace l'accesso a questo strumento abbia costi elevati, che sono però parte dei servizi forniti a livello centrale dal ministero dell'Interno e dall'Istituto Poligrafico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento