Cambia medico di famiglia con un clic, nuovo servizio dell'Asp di Palermo

L'iniziativa presentata dal commissario dell’Asp Antonino Candela e dall’assessore alla Sanità Lucia Borsellino. E' rivolto a tutti i cittadini maggiorenni residenti nel territorio dell’Azienda sanitaria e che siano iscritti al Servizio sanitario regionale

Da questa mattina l’Asp di Palermo ha attivato un nuovo servizio attraverso cui è possibile effettuare il cambio o la revoca del medico di famiglia o del pediatra soltanto attraverso una semplice procedura on line. E’ stato reso noto nel corso di una conferenza stampa. Si tratta di un’iniziativa che mira ad evitare le code agli sportelli degli uffici ed estenuanti attese considerando la media mensile di questo tipo di operazioni che, nel 2013, si è attestata a circa 16 mila 576 casi.

Il servizio è rivolto a tutti i cittadini residenti nel territorio dell’Azienda sanitaria che abbiano raggiunto la maggiore età e siano iscritti al Servizio sanitario regionale. La procedura è semplice: il cittadino collegandosi al sito www.asppalermo.org, nella sezione apposita “Cambio medico on line”, si dovrà registrare compilando il format presente con i propri dati anagrafici ed il proprio numero di cellulare sul quale poco dopo riceverà un sms con un pin per completare la registrazione. A conclusione dell’operazione verrà inviata all’utente, nella propria casella di posta elettronica, la certificazione della scelta effettuata.

Per un singolo nucleo familiare è previsto un tetto massimo di 5 operazioni. Non è possibile usufruire del servizio on line soltanto in caso di prima scelta e iscrizione per la prima volta al Servizio Sanitario Regionale, per chi è residente temporaneamente nel territorio e per “prima” scelta del pediatra. Altre eccezioni sono in caso di medico che non ricade nel proprio ambito sanitario, che supera la soglia massima di assistiti o che il medico scelto appartenga alla stessa associazione del medico attuale. A presentare il progetto il commissario dell’Asp Palermo Antonino Candela e l’assessore regionale alla Sanità Lucia Borsellino.

“Si tratta di una vera e propria innovazione – ha detto Candela -. L’investimento sostenuto è stato di 7 mila 700 euro, un investimento minimo di risorse per andare incontro alle esigenze degli utenti riducendo al minimo l’accesso dei cittadini ai nostri sportelli”. “Il processo di cambiamento è fatto da piccole azioni che lo rendono concreto e quest’iniziativa fa parte di questi piccoli segni per avvicinare gli utenti al sistema – ha spiegato l’assessore Borsellino – . La medicina generale si è resa protagonista di una nuova fase del sistema sanitario dall’inizio del mio mandato fatta di informatizzazione e sburocratizzazione".

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

Torna su
PalermoToday è in caricamento