Cocaina nascosta tra le caramelle, arrestati tra i padiglioni dello Zen 2

Operazione dei carabinieri della stazione San Filippo Neri: a finire in manette due pusher, entrambi palermitani, rispettivamente di 39 e 30 anni

Li hanno sorpresi mentre erano all'opera, dove avere notato dei movimenti sospetti. Operazione dei carabinieri nel cuore dello Zen 2. A finire in manette sono stati due pusher, entrambi palermitani, rispettivamente di 39 e 30 anni (queste le rispettive iniziali: C.M. e F.U.). In azione i militari della stazione San Filippo Neri. Durante un servizio mirato al contrasto dei reati in materia di sostanze stupefacenti effettuato allo Zen 2, i carabinieri hanno fermato i due che spacciavano tra i padiglioni.

"Dopo i controlli - spiegano dal comando provinciale dell'Arma - i militari hanno scovato 270 euro, che erano in possesso del 30enne, e  17 dosi di cocaina suddivise in bustine per un peso complessivo di 6,5 grammi". La coca è stata trovata all’interno di una confezione di caramelle in metallo, ed era abilmente nascosta tramite l’utilizzo di una calamita applicata su un tubo dell’acqua. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La cocaina è stata inviata al laboratorio analisi sezione scientifica del comando provinciale dei carabinieri di Palermo per gli accertamenti qualitativi e quantitativi. I due arrestati sono stati portati nel carcere Pagliarelli, da pochi mesi intitolato ad Antonio Lorusso, in attesa dell’udienza di convalida. Il giudice dopo la convalida degli arresti ha disposto per entrambi la misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente all'Acquapark, giovane batte la testa: ricoverato in gravi condizioni

  • Vendono frutta e verdura con il reddito di cittadinanza in tasca, nei guai 2 fratelli

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • "Facciamo sesso a tre o divulghiamo il tuo video hard": condannata coppia che minaccia fidanzata figlio

  • Rientra verso il b&b ma si perde e chiede indicazioni, turista picchiato e rapinato

  • Tuffo all'Acquapark di Monreale, 26enne sarà sottoposto a intervento chirurgico

Torna su
PalermoToday è in caricamento