"Vivere in strada non è reato", clochard assolto in Cassazione

I fatti risalgono al 2010, quando un 40enne è stato condannato dal tribunale di Palermo a mille euro di multa per avere violato l'ordinanza del sindaco che vieta il bivacco e gli accampamenti di fortuna per non alterare il decoro urbano

Vivere per strada non è reato, nonostante le ordinanze comunali che vietano "bivacchi" e "accampamenti di fortuna" sulla "pubblica via". Co questa motivazione,  la prima sezione penale della Cassazione ha annullato senza rinvio la condanna al pagamento di mille euro inflitta dal tribunale di Palermo a un 45enne che viveva, assieme ai suoi cani, su un marciapiede in una "baracca precaria costituita da cartoni e pedane in legno" .

i fatti risalgono al dicembre del 2010, quando un 40enne era stato condannato dal tribunale del capoluogo siciliano a pagare mille euro per non avere rispettato l'ordinanza del sindaco che vieta il bivacco e gli accampamenti di fortuna per non alterare il decoro urbano ed essere d'intralcio alla pubblica viabilità.

Il difensore ha rilevato, nel ricorso in Cassazione, che l'uomo, senza fissa dimora, "versasse in stato di necessità, situazione tra le quali doveva essere compresa l'esigenza di un alloggio". Osservazione che ha trovato il favore la Cassazione. Secondo la prima sezione penale (sentenza n.37787), l'ordinanza del sindaco è "una disposizione di tenore regolamentare data in via preventiva a una generalità di soggetti, in assenza di riferimento a situazioni imprevedibili o impreviste", e "non è sufficiente l'indicazione di mere finalità di pubblico interesse". La Corte ha quindi annullato la condanna perché il fatto non sussiste. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Da qui si vede la differenza sociale creata da gente che non fa altro che strumentalizzare il vivere umano. A che servono le multe quando non ci si può permettere neanche un tetto? Dové il senzo dell'umanità? Dovremmo aiutarci l'uno con l'altro ,e invece ci facciamo guerra. Che ne pensano le alte cariche se ribaltiamo tutto ?? Che fanno ,si blindano?

  • Beh, elevare una sanzione pecuniaria ad un clochard ha la stessa utilità di utilizzare una forchetta per il brodo...

  • Avatar anonimo di Monia
    Monia

    Il signor sindaco deve vergognarsi perché invece di trovare un alloggio a un uomo italiano che in difficoltà per disgrazia o per altro che fa'=lo denuncia...vergogna...mentre stranieri che arrivano gli danno il bene stare...Si ricordi signor sindaco Orlando che lo stipendio a voi politici li paghiamo noi italiani e no gli stranieri le tasse le paghiamo noi e no gli stranieri....Grazie signor Giudice lei si che è un signore...w la giustizia...oggi sono fiera di essere italiana...

    • Avatar anonimo di Monia
      Monia

      Scusate per l'errore....Diego Cammarata...va be'.....tutti uguali...

    • ma guarda che nel 2010 il sindaco non era Orlando...

      • Avatar anonimo di Monia
        Monia

        Hai ragione il signor Diego Cammarata...

      • Non importa. Ollando è la colpa di tutti i guai del mondo. Anche del riscaldamento globale.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Aggredita mentre corre in Favorita: "Voleva trascinarmi tra i cespugli e violentarmi"

  • Politica

    Periferie dimenticate, Orlando furioso: "Così lo Stato penalizza i più deboli"

  • Cronaca

    Statale Palermo-Agrigento, il viadotto Scorciavacche riaprirà entro marzo

  • Cronaca

    Violenza tra i banchi, tredicenne autistico picchiato a scuola da un compagno

I più letti della settimana

  • Il giorno di Papa Francesco: "Non si può essere mafiosi e credere in Dio"

  • Morto il boss Salvatore Profeta, per lui alla Guadagna si fermava perfino la Madonna

  • "Minchia" diventa luminaria in via Alloro, è polemica: "Quanto è stata pagata?"

  • "Da Palermo a Ragusa in 20 minuti": treno superveloce, il primo progetto è in Sicilia

  • Aggredita mentre corre in Favorita: "Voleva trascinarmi tra i cespugli e violentarmi"

  • Ruba Jeep al Villaggio, viene inseguito dai carabinieri e si lancia dall'auto in corsa: preso

Torna su
PalermoToday è in caricamento