Cinisi solidale con Riace: assemblea a Casa Memoria per "say no to racism"

L'incontro è organizzato da Cinisi Solidale, un gruppo di associazioni del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da Cinisi arriva un forte segnale di solidarietà a Mimmo Lucano. Cinisi Solidale, un gruppo di associazioni del territorio, unitesi lo scorso anno “per dare voce ad una Cinisi che mette al centro la solidarietà, l’interculturalità e l’accoglienza”, convoca un'assemblea territoriale per giorno 15 ottobre alle 21 a Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, come reazione agli ultimi accadimenti seguiti all'arresto del sindaco di Riace, che si trova ai domiciliari dal 2 0ttobre.

Infatti in una circolare del 9 ottobre scritta dal dipartimento delle libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno, si delibera il trasferimento dei richiedenti protezione internazionale di Riace verso altre strutture entro 60 giorni e la restituzione di tutti i soldi destinati a Riace. I fondi riservati a Riace, comunque, erano stati già sospesi mesi fa, mettendo in difficoltà il Comune. La disposizione del ministero dell’Interno riguarda quei migranti già inseriti nel sistema della seconda accoglienza, gli SPRAR, quei centri dove si favorisce la reale integrazione dei migranti. Questa decisione ha ricevuto molte critiche, perché il modello di accoglienza di Riace è stato considerato in tutto il mondo come un esempio efficace e positivo di integrazione e convivenza civile e umana.

Anche se il Viminale ha successivamente precisato che “non ci sarà alcun trasferimento obbligatorio: i migranti si muoveranno solo su base volontaria”, rimane il fatto che, se si applicheranno le deliberazioni della circolare, il modello Riace verrà smantellato. Cinisi Solidale convoca l'assemblea tramite un evento Facebook con le seguenti parole: "Contro quello che sta avvenendo a Riace, contro le deportazioni e l'abolizione di un sistema di accoglienza e modello alternativo che funziona. Vi aspettiamo alle 21 per parlarne insieme."

https://www.facebook.com/events/1544638918970322/

Torna su
PalermoToday è in caricamento