Cinisi, i panificatori rilanciano la "domenica in famiglia": chiusure su turni

Sei attività commerciali si alterneranno da ottobre a maggio: "Non c’è solo il lavoro, così avremo tempo anche per le nostre famiglie"

Panifici aperti la domenica, ma su turni. E' la decisione assunta dai panificatori di Cinisi. La turnazione non comporta alcun obbligo, ma darà la possibilità ai panettieri di trascorrere la domenica in famiglia.

"Pur non avendo ancora alcun obbligo normativo vista anche la liberalizzazione del mercato - si legge in una nota - che non sempre ha generato benessere, la maggioranza ha trovato un accordo e stabilito di rilanciare la chiusura domenicale a turno dei panifici. Le opinioni tra la popolazione sulla prima esperienza di turnazione sono state in questi mesi molto favorevoli e la maggioranza dei commercianti ha dichiarato di essere rimasta soddisfatta. Da qui la voglia di riproporre, rilanciare e migliorare l’iniziativa. Alla nuova turnazione saranno interessati sei panifici del paese: dopo la pausa estiva ecco quindi che si rinnova il calendario dei turni, che andrà (questa volta) da ottobre a maggio 2020".

"Siamo riusciti in una grande impresa - dicono gli esercenti - quella innanzitutto di sederci nuovamente attorno ad un tavolo e decidere di regolamentare le domeniche, anticipando alcuni indirizzi di politica nazionale. Abbiamo trovato un accordo per turnare le domeniche perché non c’è solo il lavoro, e il nostro ha anche in un certo senso una valenza sociale, una faticosa continuità, ma per passare anche qualche domenica in famiglia, con i figli e i nipotini, per seguire i propri affetti, le nostre proprie passioni e, perché no, ricaricare le pile. Ma vorremmo anche andare oltre, dare risalto all'antica arte del pane, gratificare il lavoro, pensare a delle iniziative a tema, a delle manifestazioni, che possano dare valore e futuro a tante antiche tradizioni e mestieri come questo".

“Ringraziamo l’amministrazione comunale - dice il presidente del comitato, Salvatore Maniaci - per averci dato la possibilità di incontrarci nella sala della presidenza del Consiglio, i panificatori del paese che hanno dimostrato impegno, senso di civiltà e democrazia nel rendersi partecipi durante i nostri incontri e trovare nuovamente tale accordo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento