Emergenza cinghiali, piano Regione-Comune: "Serve maggiore pulizia"

Attorno a un tavolo l'assessore Toto Cordaro e il vice sindaco Marino: "La presenza degli animali è favorita dai residui di cibo in strada che funzionano come pericoloso attrattore". E' all’esame dei tecnici l’attivazione di un numero verde

Un cinghiale all'Addaura mangia tra i rifiuti - foto Archivio

Il recente avvistamento di un cinghiale in via dell’Olimpo e la presenza dello stesso all’interno di un edificio scolastico hanno portato l’assessore regionale del Territorio e Ambiente Toto Cordaro, insieme al vice sindaco Sergio Marino, a convocare un incontro per affrontare il problema. All’incontro, presieduto dall’assessore Cordaro, hanno partecipato anche il dirigente del Corpo Forestale Fabrizio Viola, il responsabile dell’associazione Ranger d'Italia - Ente gestore.della Riserva di Monte Pellegrino – Vincenzo Provinzano, nonchè i tecnici degli assessorati regionali Agricoltura e Foreste e Territorio e Ambiente.

"La presenza dei cinghiali nelle zone urbanizzate - si legge in una nota - è favorita dai residui di cibo in strada che funzionano come pericoloso attrattore. E’ per questo che le strategie di contenimento devono essere accompagnate anche da una maggiore pulizia della città e dalla cautela nell’abbandono di sostanze alimentari, soprattutto nelle aree periferiche e nelle zone protette e boscate".

Cordaro ha condiviso con il vice sindaco Sergio Marino la necessità di definire insieme un’azione di contrasto che comprenda in primis un piano di comunicazione attraverso cui sensibilizzare la popolazione a comunicare tempestivamente eventuali avvistamenti oltre che ad osservare in maniera più scrupolosa le norme di igiene, soprattutto nelle zone in prossimità di Monte Pellegrino e Billiemi. Il vice sindaco Marino si è impegnato a potenziare il controllo del territorio da parte dei vigili urbani di Palermo, al fine di accertare l’eventuale presenza di allevamenti abusivi di cinghiali e di sensibilizzare la Rap ad effettuare con maggiore cura la raccolta dei rifiuti soprattutto nelle zone sensibili.

Roberto Lagalla Toto Cordaro-3Gli uffici della Regione – con il cordinamento dell’assessore Toto Cordaro (nella foto) – si attiveranno per la predisposizione di un piano di contenimento ed eventuale cattura dei cinghiali da sottoporre all’Istituto Superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) per la necessaria autorizzazione. “Abbiamo a cuore la salvaguardia del territorio e l’incolumità dei cittadini – dichiara Cordaro -. Occorre, però, che ciascuno faccia la sua parte. Per questo è importante la collaborazione attiva di tutti nel mantenere gli spazi aperti privi di residui alimentari. Insieme al Comune di Palermo stiamo eleborando un piano di comunicazione mentre è all’esame dei tecnici l’attivazione di un numero verde per le segnalazioni di cinghiali”. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • La crisi ha colpito anche i suidi, sono costretti ad emigrare per guadagnarsi da vivere!

    • E, purtroppo, nessuno si spende per la loro "accoglienza". Anzi!!!

Notizie di oggi

  • Politica

    Dopo 10 anni approvato il piano regolatore del porto: "Adesso progetti e nuovi cantieri"

  • Politica

    Disabili, assegni di cura sbloccati fino a luglio: Faraone sospende lo sciopero della fame

  • Politica

    "I rifiuti della Provincia abbandonati in città": Orlando scrive a sindaci e prefetto

  • Politica

    Rifiuti, Palermo seconda in Italia per mancato pagamento della Tari: "Si riscuote il 50%"

I più letti della settimana

  • Rissa alla piscina comunale, moglie aggredisce presunta amante del marito

  • Villagrazia, pitbull azzanna una ragazza e le stacca un braccio a morsi

  • Mafia, "Operazione Delirio": i nomi degli arrestati e la lista dei beni sequestrati

  • Mafia, 28 arresti e sequestri per milioni di euro: fermato il "tesoriere" di Cosa nostra

  • Bar e centri scommesse per riciclare i soldi della mafia, la regia del "cassiere" Corona

  • Sequestrato il Bar Alba, arrestati e interdetti vecchi e nuovi proprietari

Torna su
PalermoToday è in caricamento