Nuovo cinema multisala a Partanna, il Suap chiede lo stop ai lavori

Secondo alcuni cinema palermitani ci sarebbe un abuso edilizio dietro la costruzione della nuova struttura nell'area dell'ex stabilimento della Coca Cola. L'assessore Di Marco: "Sono in corso delle verifiche"

L'ex stabilimento della Coca cola - foto Mario Cucina

L'Amministrazione comunale ha avviato una procedura di verifica per accertare la rispondenza alle leggi degli atti che hanno portato alla demolizione dell'ex stabilimento Sibeg Coca-Cola di Partanna per realizzare un cinema multisala con annessi servizi di ristorazione.

Ha intanto invitato la società "Space Cinema" titolare dell'autorizzazione, a non proseguire nei lavori di innalzamento della nuova struttura fin quando non si sarà chiarita la situazione. Nel mese di novembre il vecchio stabilimento è stato infatti abbattuto e al suo posto dovrebbe sorgere un complesso commerciale cinematografico, per cui è stata rilasciata la concessione edilizia nel 2011 alla società "Space Cinema".

"Da quando si è insediata la nuova Amministrazione – rileva l'assessore Marco Di Marco, da cui dipende il Suap, lo Sportello Unico per le Attività Produttive - i nostri Uffici hanno unicamente autorizzato, per ottemperare a delle prescrizioni fatte dal Genio civile, una variante all'autorizzazione originaria. Poiché nei giorni scorsi - prosegue Di Marco - un gruppo di privati, rappresentanti di sale cinematografiche cittadine, ha sollevato dei rilievi circa la correttezza dell'autorizzazione rilasciata nel 2011, stiamo adesso facendo delle verifiche, fermo restando che di fronte ad un evidente scontro fra interessi commerciali contrastanti, l'Amministrazione non può assumere una posizione ideologica pro o contro alcuno, ma deve applicare la normativa”.

"Nel caso in specie - conclude l'Assessore - la presenza di una legislazione contrastante e poco chiara, rende necessario un approfondimento, in attesa del quale abbiamo chiesto che siano sospesi i lavori. Entro pochi giorni, con l'ausilio anche dell'Avvocatura comunale, si potranno sciogliere i dubbi e decidere quindi quali ulteriori passi compiere in linea con la normativa”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di fatetuttischifo
    fatetuttischifo

    Beh, diciamo pure che chi muove questa campagna contro il multisala, sono i gestori della zona(vedi multisala aurora e multiplex metropolitan) e si inventano di tutto pur di rallentare il completamento dei lavori, ma presto finiranno gli escamotages e i gesti che rasentano il mafioso, e il multisala verrà completato! Ciò creerà posti di lavoro, lavoro che serve alla nostra città per non costringerci ad emigrare al nord o in altri Paesi

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "La mafia finirà", 25 anni dopo Palermo si stringe ancora a Falcone | DIRETTA

  • Cronaca

    L'auto della scorta di Falcone sul luogo della strage: il Giardino della Memoria la nuova casa

  • Cronaca

    Strage di Capaci, la voce di Giuliano Sangiorgi per rendere omaggio alle vittime

  • Cronaca

    Tragedia in Aula Bunker, ex carabiniere accusa malore: morto in ospedale

I più letti della settimana

  • Omicidio di mafia in via D'Ossuna, Giuseppe Dainotti ucciso in strada a colpi di pistola

  • Rapinatore e killer mafioso dal destino segnato, la storia del boss Dainotti: "Uccidetelo"

  • "Sesso con l'alunna di 14 anni": prof di religione finisce sotto processo

  • "Picchiata e violentata in uno scantinato", incubo per una donna alla stazione

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, coinvolte tre auto: giovane in prognosi riservata

  • Marito e moglie in manette: così l'eroina "palermitana" finiva nel chiosco di una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento