Ricordato a Ciminna il carabiniere scelto Clemente Bovi

Venne ucciso l'8 settembre del 1959 nel tentativo di arrestare le scorribande di un gruppo di banditi nella zona di Corleone

Ricorre oggi il 57esimo anniversario della scomparsa del carabiniere scelto Clemente Bovi, medaglia d'oro al valor militare e assassinato l'8 settembre del 1959 nel tentativo di arrestare le scorribande di un gruppo di banditi in un conflitto a fuoco da nella zona di Corleone.

Alle 10:30  all’interno del cimitero comunale alla presenza del comandante del gruppo dei carabinieri di Palermo Colonnello Marco Guerrini, del sindaco di Ciminna Vito Catalano e di Baucina Ciro Coniglio, di una rappresentanza dell’Arma e del figlio del graduato Vito Andrea, è stato deposto un mazzo di fiori sulla tomba del decorato con la partecipazione del parroco Don Domenico Sodaroper un momento di preghiera.
A seguire, in piazza Umberto I è stata deposta una corona d’alloro sulla lapide in memoria del caduto.

Il carabiniere scelto Clemente Bovi apparteneva a una famiglia numerosa di operai laboriosi ed ebbe due fratelli caduti nella seconda guerra mondiale. Appena ventenne, si arruolò nella legione allievi carabinieri e nominato carabiniere nel dicembre 1946, fu assegnato alla legione di Milano. Nel marzo 1949 venne trasferito alla legione di Messina e due anni dopo a quella di Palermo, che lo destinò alla stazione di Caltabellotta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento