Ciaculli e Sperone, quartieri dimenticati: "Inaccettabile l'assenza di aree verdi per i bambini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Sabato 28 aprile al teatro Brancaccio del medesimo quartiere, il sindaco Orlando ed i presidenti delle partecipate comunali Amat, Rap e Amap hanno incontrato i cittadini. L'incontro ha permesso a tutti di avere un confronto diretto con le istituzioni comunali. Il presidente dell'associazione Civitas, Adriano Barbaccia, in collaborazione con l'associazione Aissb e Siciliaemundi ha reso pubblico il progetto a cui lavorava da tempo, già presentato a Fabio Giambrone qualche giorno prima. Barbaccia ha sottolineato tre punti fondamentali 1) la costruzione di una fattoria didattica nel quartiere Ciaculli 2) la nascita di un parco giochi nel quartiere Sperone nei pressi di via Pecoraino 3) Le associazioni hanno chiesto un maggiore impegno nel riqualificare le aree verdi di pertinenza del Comune divenute discariche a cielo aperto. Inoltre, si è messo in evidenza ancora una volta, il degrado in cui versano alcuni quartieri della nostra città.

 Da sinistra Vito Buffa, Loredana Novelli e Adriano Barbaccia

Torna su
PalermoToday è in caricamento