Si tuffa in mare all'Addaura e muore: Luca Giacoletti era campione di nuoto

Aveva iniziato a gareggiare già da bambino e nel 2015 ha partecipato e vinto il Femmine Island Swim. Ieri dopo essersi immerso per recuperare un'ancora non è più risalito a galla: il suo corpo, ormai senza vita, è stato recupero dai sommozzatori

Luca Giacoletti

Luca Giacoletti, il giovane morto ieri pomeriggio all'Addaura, nel tratto di mare all'altezza del Solemar, amava nuotare e sapeva farlo anche molto bene. Aveva iniziato a vincere gare quando aveva solo 8 anni e con il passare del tempo era diventato un campione: nel 2015 ha partecipato e vinto il Femmine Island Swim, 3.500 metri a nuoto dalla spiaggia di Isola fino alla circumnavigazione dell'isolotto e ritorno. Ma Luca, 20 anni, non era l'unico in famiglia ad avere questa passione: la condivideva con il fratello Gabriele. Ieri il mare non è stato clemente con lui: c'era una forte corrente e Luca dopo essersi immerso per tentare di recuperare un'ancora non è riuscito a risalire a galla. Sono partite le ricerche ma quando i sommozzatori dei vigili del fuoco si sono immersi hanno trovato il ragazzo ormai senza vita. La sua pagina Facebook è stata invasa da messaggi di cordoglio di amici, parenti e conoscenti increduli.

Tragedia all'Addaura: si tuffa in mare e muore

"Tutto ciò - - scrive Alberta Limblici - è inspiegabile ed ingiusto. Anni interi passati a casa tua, seguendo passo passo sia te che tuo fratello Gabriele nella vostra grande passione del nuoto e nella vita quotidiana. E ormai integrata nella tua splendida famiglia e sempre in contatto. Ricordi che porto sempre con me, nonostante si cresca e le vite si separino per delle circostanze. Ti conoscevo bene. Di te, mi ha sempre colpito la tua disponibilitá e la tua bontà. E la tua solaritá, il tuo sorriso e il tuo voler bene. Eri un ragazzo d'oro, brillante in tutto, veramente, in tutti i campi, come poche persone che ho conosciuto. Eri un campione, in tutti i sensi. E voglio ricordati cosí. Ciao Luchino".

"I tuoi genitori erano fieri di te - il messaggio di Deborah Li Vigni - lasci un dolore immenso, purtroppo si dice che i meglio devono lasciare questa terra ... grande piccolo Luca riposa in pace". "Un ragazzo di 20 anni, come me, con i sogni, le forze e la vita davanti. Oggi te ne vai. Stavolta non è sereno il riassunto, non ce ne saranno più. E adesso, questa notte, e magari anche più avanti, il pensiero si unisce attorno a te. Alla tua famiglia, i tuoi genitori, la piccola e a tuo fratello. Riposa in pace Luca", il cordoglio di Massimo Graziano. Non mancano i riferimenti alla sua più grande passione, il nuoto: "Mi raccomando - scrive Paola Uberti - continua a nuotare e non ti fermare. Buona traversata Luca". Luca lascia il papà, la mamma e tre fratelli. 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento