Si tuffa in mare all'Addaura e muore: Luca Giacoletti era campione di nuoto

Aveva iniziato a gareggiare già da bambino e nel 2015 ha partecipato e vinto il Femmine Island Swim. Ieri dopo essersi immerso per recuperare un'ancora non è più risalito a galla: il suo corpo, ormai senza vita, è stato recupero dai sommozzatori

Luca Giacoletti

Luca Giacoletti, il giovane morto ieri pomeriggio all'Addaura, nel tratto di mare all'altezza del Solemar, amava nuotare e sapeva farlo anche molto bene. Aveva iniziato a vincere gare quando aveva solo 8 anni e con il passare del tempo era diventato un campione: nel 2015 ha partecipato e vinto il Femmine Island Swim, 3.500 metri a nuoto dalla spiaggia di Isola fino alla circumnavigazione dell'isolotto e ritorno. Ma Luca, 20 anni, non era l'unico in famiglia ad avere questa passione: la condivideva con il fratello Gabriele. Ieri il mare non è stato clemente con lui: c'era una forte corrente e Luca dopo essersi immerso per tentare di recuperare un'ancora non è riuscito a risalire a galla. Sono partite le ricerche ma quando i sommozzatori dei vigili del fuoco si sono immersi hanno trovato il ragazzo ormai senza vita. La sua pagina Facebook è stata invasa da messaggi di cordoglio di amici, parenti e conoscenti increduli.

Tragedia all'Addaura: si tuffa in mare e muore

"Tutto ciò - - scrive Alberta Limblici - è inspiegabile ed ingiusto. Anni interi passati a casa tua, seguendo passo passo sia te che tuo fratello Gabriele nella vostra grande passione del nuoto e nella vita quotidiana. E ormai integrata nella tua splendida famiglia e sempre in contatto. Ricordi che porto sempre con me, nonostante si cresca e le vite si separino per delle circostanze. Ti conoscevo bene. Di te, mi ha sempre colpito la tua disponibilitá e la tua bontà. E la tua solaritá, il tuo sorriso e il tuo voler bene. Eri un ragazzo d'oro, brillante in tutto, veramente, in tutti i campi, come poche persone che ho conosciuto. Eri un campione, in tutti i sensi. E voglio ricordati cosí. Ciao Luchino".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I tuoi genitori erano fieri di te - il messaggio di Deborah Li Vigni - lasci un dolore immenso, purtroppo si dice che i meglio devono lasciare questa terra ... grande piccolo Luca riposa in pace". "Un ragazzo di 20 anni, come me, con i sogni, le forze e la vita davanti. Oggi te ne vai. Stavolta non è sereno il riassunto, non ce ne saranno più. E adesso, questa notte, e magari anche più avanti, il pensiero si unisce attorno a te. Alla tua famiglia, i tuoi genitori, la piccola e a tuo fratello. Riposa in pace Luca", il cordoglio di Massimo Graziano. Non mancano i riferimenti alla sua più grande passione, il nuoto: "Mi raccomando - scrive Paola Uberti - continua a nuotare e non ti fermare. Buona traversata Luca". Luca lascia il papà, la mamma e tre fratelli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Figlia morta dopo il Gratta e vinci perdente: chiesta condanna a 6 anni per la mamma infermiera

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

  • Suicidio all'Uditore, cinquantenne si getta dalla finestra e muore

Torna su
PalermoToday è in caricamento