Nuova vita per un bene confiscato alla mafia, in zona Malaspina apre un centro diurno

L'immobile è stato assegnato alla Libera accademia sociale ed è destinato ad accogliere i bambini. Grande festa per l'inaugurazione: tra gli eventi in programma un'esibizione di ginnastica artistica e il concerto dell’orchestra e del coro dell’istituto Giuseppe Verdi

In un bene confiscato alla mafia in via Enrico Bevignani, in zona Malaspina, nascerà un centro diurno per l'infanzia. L'immobile è stato assegnato alla Las (Libera accademia sociale) che già opera in provincia di Agrigento. Dopo un corposo intervento di manutenzione straordinaria - affrontato senza finanziamento pubblico - lo spazio viene restituito al territorio.

“Un viaggio dall’infanzia alla legalità – giocare, crescere, imparare”, sarà il tema dell'inaugurazione dei locali in programma domenica dalle 15,30. "L'obiettivo principale dell'iniziativa - spiegano gli organizzatori - è contribuire a far comprendere al maggior numero possibile di genitori come il recupero di un bene confiscato alla criminalità organizzata possa costituire momento di crescita culturale e sociale, restituendo un pezzo di futuro e di diritto a una crescita sana dei piccoli protagonisti di domani".

Ai lavori - moderati da Guglielmo Castellana, della Libera Accademia Sociale - interverranno l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, il sindaco Leoluca Orlando, la dirigente scolastica dell’Ics “Giuseppe Verdi” Valeria Mendola e il progettista Ferdinando La Paglia. Durante la manifestazione si esibiranno l’orchestra e coro dell’istituto comprensivo “Giuseppe Verdi”, il gruppo Capoeira di Bahia, nonché l’artista Claudio Ambrosetti che eseguirà la lettura interpretata “L’acqua della terra – umanità e legalità”. Avrà luogo anche un’esibizione di ginnastica artistica eseguita da piccoli artisti ginnici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

  • Coronavirus, in Sicilia registrati altri 95 contagi: 559 i pazienti ricoverati

Torna su
PalermoToday è in caricamento