Celebrato alla Magione il 200° anniversario della Fondazione del Regno delle due Sicilie

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Presso la parrocchia della SS Trinità Basilica Costantiniana la Magione, al termine della Santa Messa per la Solennità dell' Immacolata Concezione celebrata dal parroco, Mons. Salvatore Grimaldi, Cappellano Costantiniano, il delegato vicario della Delegazione Sicilia del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio Antonio di Janni, in occasione del 200° anniversario della fondazione del Regno delle Due Sicilie (8 dicembre 1816) ha consegnato le riproduzioni di due tele storiche raffiguranti le immagini di S. E. Mons. Luigi Benso e dell'Abate Vito Planeta raffigurati con le insegne Costantiniane, canonici della Magione. Il Delegato Vicario ha comunicato i saluti di S.A.R. il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie Duca di Castro Capo della Real Casa e Gran Maestro dell'Ordine Costantiniano a Mons. Grimaldi, Commendatore di Grazia Ecclesiastica, e a tutti Cavalieri Siciliani per aver celebrato il 200° anniversario della fondazione del regno delle Due Sicilie. Giorno 8 dicembre 1816 avvenne l'unificazione dei due regni che costituivano le Due Sicilie, Regno di Sicilia al di qua del faro con capitale Napoli e Regno di Sicilia al di là del faro con capitale Palermo. I due regni erano nati con i vespri siciliani e con la nomina di Pietro d'Aragona Re di Sicilia, Duca di Puglia e Principe di Capua, quando Alfonso il magnanimo conquistò Napoli il Papa lo incoronò Re di Sicilia, ma lui disse "sono già Re di Sicilia, vuol dire che sarò Re di Sicilia al di qua e al di là del faro re delle Due Sicilie". Quindi nel 1816 Re Ferdinando IV di Napoli e III di Sicilia, da Re delle Due Sicilie, divenne Ferdinando I Re del Regno delle Due Sicilie. Prima della cerimonia religiosa è stato inaugurato il Presepio della basilica con la natività donata dalla delegazione Costantiniana di Sicilia. Presenti all'evento, oltre al Delegato Vicario, i Cavalieri Rosario Tantillo, Salvatore Vassallo, Sergio Emanuele di Torralta e Carmelo Sammarco.

Torna su
PalermoToday è in caricamento