Cassonetti addio in via Ugo La Malfa: sarà avviata la raccolta differenziata

E' stato richiesto alle grandi utenze commerciali l’impegno al rispetto delle regole e del decoro urbano: è quello che emerge dopo una riunione avvenuta nella sede Rap di piazzetta Cairoli

Rap toglie i cassonetti in via Ugo La Malfa e avvia nuova modalità di raccolta. Si è tenuta questa mattina presso la sede di piazzetta Cairoli, una riunione tecnica operativa con tutte le aziende e gli uffici che operano lungo l’asse di via Ugo la Malfa per discutere di nuove modalità di raccolta nella zona, di processi virtuosi che si intendono adottare con l’amministrazione comunale nonché in merito alla necessaria condivisione,  con le stesse aziende e le grandi utenze commerciali, e il supporto delle associazioni di categoria,  di azioni a tutela dell’ambiente e della vivibilità nel suo complesso.

In quest’ottica la Rap, a seguito dei sopralluoghi specifici effettuati e dell’avvio del servizio di “porta a porta” presso le aziende presenti in via Ugo La Malfa, ha provveduto alla rimozione dei trenta cassonetti presenti lungo tale asse, e, per l’opportuno coinvolgimento e condivisione, ha organizzato la riunione di questa mattina, voluta fermamente dall’Amministratore Unico di Rap con l’Amministrazione Comunale, l’Assessorato alle attività produttive e la Presidenza della Commissione Attività Produttive del Consiglio comunale.

Nel corso della riunione è stato annunciato che entro luglio, anche presso l’asse di via La Malfa, sarà avviata la raccolta differenziata di prossimità, con l’impegno dell’azienda a garantire puntualità nella raccolta delle frazioni, ed è stato contestualmente richiesto alle grandi utenze commerciali l’impegno al rispetto delle regole e del decoro urbano; l’azienda ha altresì annunciato la possibilità di usufruire, per le frazioni non previste dal porta a porta, dell’imminente apertura (sempre entro luglio) del centro comunale di raccolta di via Nicoletti.  

“L’iniziativa di oggi - dichiara l’amministratore di di Rap Giuseppe Norata - si innesca in un sistema capillare che coinvolge tutte le forze presenti in città che vanno dalle attività produttive, alle associazioni di categoria, al Suap, all’assessorato, alla commissione consiliare al ramo, alla Rap ed è finalizzata ad attivare le migliori e più efficienti procedure per la gestione dei rifiuti prodotti in quel contesto di area urbana. La via Ugo La Malfa è infatti un’area nella quale insistono numerose e differenti tipologie di attività commerciali, nella quale è stata riscontrata una presenza eccessiva di rifiuti solidi urbani provenienti da attività domestiche, dal “porta a porta” o addirittura esterne al contesto cittadino, compromettendo gravemente le condizioni di vivibilità e decoro. Le attività produttive oggi presenti - aggiunge Norata – hanno espresso vivo compiacimento per la partecipazione ad un progetto di RD che vede le loro attività coinvolte direttamente al loro interno, nel rispetto del decoro dell’asse primario viario. Ecco da cosa scaturisce l’eliminazione del cassonetto, vista in questa ottica come unica vera soluzione per raggiungere questo obiettivo”.

“L’Assessorato alle attività produttive - aggiunge l’assessore Leopoldo Piampiano - condivide in toto l’iniziativa e darà, per quanto possibile, il proprio supporto. Soltanto attraverso una azione di condivisione tra tutti gli attori presenti, può raggiungersi l’obiettivo primario che è quello legato a rendere la nostra città più vivibile possibile”.

 “Questo è un passaggio importante – dichiara - l’assessore all’Ambiente Giusto Catania – che sottolinea un continuo dialogo e confronto tra l’amministrazione, i rappresentanti di categoria e la società di gestione dei rifiuti. Questa sinergia è essenziale affinché si può accelerare il percorso per l’aumento della raccolta differenziata”. “E’ importante che il settore delle attività produttive sia coinvolto nelle scelte che riguardano la tutela dell’Ambiente - aggiunge il presidente della VI  commissione consiliare Ottavio Zacco -. Mi auguro che questo sia un progetto pilota da estendere a tutte le attività commerciali della città”.

All’incontro, oltre la presenza di una trentina di ditte, del dirigente dell’area igiene ambientale SUD Larissa Calì, anche i presidenti delle associazioni di categoria o loro delegati, la Confcommercio (presidente Patrizia Di Dio), Confesercenti (presidente  Francesca Costa), Confambiente (Presidente Guglielmo Scalia), Sicindustria (delegato Giosafat di Trapani), Confimprese (delegato Giampaolo Prestia), i quali, per le rispettive rappresentanze, forniranno il loro contributo anche con la diffusione delle nuove modalità di raccolta, iniziative “green” e sensibilizzazione in merito alle azioni che, come indicato sopra, saranno a breve intraprese sulla via  Ugo La Malfa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Miglior street food di Palermo, arriva Alessandro Borghese con i suoi "4 Ristoranti"

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Morte di Giuni Russo, le rivelazioni di Donatella Rettore in tv e la polemica: "Non dice la verità"

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

Torna su
PalermoToday è in caricamento