Abusivismo, rimosse 77 pubblicità: scattano multe per oltre 42 mila euro

I controlli della polizia municipale sono avvenuti tra settembre e ottobre. Alcuni manifesti erano stati affissi sulla segnaletica stradale. In questo caso è stata di 835 euro la multa a carico del committente

Multe per oltre 42 mila euro e 77 pubblicità affisse in spazi non autorizzati rimosse. E' questo l'esito dei controlli contro l'abusivismo fatti dalla polizia municipale, nei mesi di settembre e ottobre, per assisurare il decoro urbano. Gli interventi hanno riguardato diversi quartieri della città ed hanno visto la partecipazione dei dipendenti comunali e della ditta aggiudicataria dell’appalto di rimozione degli impianti abusivi.

Alcuni manifesti erano stati affissi sulla segnaletica stradale. In questo caso è stata di 835 euro la multa scattata a carico di ciascun committente. "Laddove gli agenti hanno riscontrato - commenta il comandante Vincenzo Messina - cartelli pubblicitari abusivi in postazioni fonte di potenziale pericolo per gli utenti, a causa della confusione generata con la segnaletica stradale, per la riduzione dell’attenzione o per disturbo visivo causato dalla loro rifrangenza, la rimozione ha salvaguardato la sicurezza stradale". L'attività del nucleo vigilanza pubblicità ha riguardato anche i manifesti elettorali abusivi: circa 700 i manifesti rilevati, oscurati e rimossi nel corso della competizione comunale e circa 200 i gonfaloni, le insegne e i cartelloni rimossi in occasione delle regionali.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Invece di mandare i Vigili alla ricerca di manifesti e foraggiare ditte esterne per rimuoverli, utilizzateli per dirigere il traffico, ne trarremmo tutti beneficio. Ma si sà per sindaco Orlando Cascio ed comandante Messina, il decoro della città è oscurare un manifesto con un fondo schiena o rimuovere i manifesti elettorali ( pur sapendo che non pagherà nessuno) invece di occuparsi del traffico caotico, dei marciapiedi rotti delle caditoie intasate, dei sottopassi allagati , della sporcizia degi pseudo mercatini del contadino, dove ogni domenica vi sono decine di auto in doppia fila e posteggiate sui marcuiapiedi e sui passi carrabili ecc.ecc. Questa dovrebbe essere la capitale della cultura, a me sembrerebbe più giusto essere quella della " coltura" degli ortaggi alla quale questi signori dovrebbero dedicarsi.

  • La famosa e mitologica segnaletica stradale, dove presente.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raddoppio ferroviario, via ai lavori: "Entro il 2025 Palermo-Catania in treno in un'ora e 45 minuti"

  • Politica

    L'Amat vuole mettere le ali: idrovolanti per raggiungere l'aeroporto

  • Economia

    Futuro a rischio per lo storico bar Lux, lì Boris Giuliano sorseggiò il suo ultimo caffè

  • Mafia

    La mafia di San Lorenzo non perdona, pagano tutti: dal lido di Isola al vivaio e l'Elenka

I più letti della settimana

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

  • Schiaffo al clan di San Lorenzo, 10 arresti: "Preso anche il re dello spaccio allo Zen"

  • Ragazza va in bagno, poi esce con le vene tagliate: paura in un bar in zona via Libertà

  • Scoperta loggia supersegreta, ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Papà non legge messaggio sul gruppo Whatsapp, bimbo di 8 anni escluso dalla gita

Torna su
PalermoToday è in caricamento