"Reddito d'inclusione, uffici aperti tutti i giorni": ma le circoscrizioni smentiscono il Comune

Per smaltire il boom di prenotazioni il Comune ha deciso di estendere l'orario di apertura degli uffici che gestiscono le pratiche della Carta Rei. Il presidente dell'Ottava, Marco Frasca Polara: "Manca il personale e ci si può prenotare solo tre volte a settimana"

Il Comune annuncia, le Circoscrizioni smentiscono. Nel dialogo a distanza, tra l'assessore al Decentramento, Gaspare Nicotri, e il presidente dell'Ottava circoscizione, Marco Frasca Polara, emerge il "giallo" sull'effettiva apertura giornaliera delle postazioni decentrate per smaltire le pratiche del Reddito d'inclusione: il sussidio per il contrasto alla povertà introdotto dal governo nazionale. 

Dice l'assessore Nicotri: "Gli uffici delle circoscrizioni sono già aperti tutti i giorni per snellire le richieste della carta Rei". Il presidente Frasca Polara, però smentisce tutto: "Nella mia circoscrizione manca il personale e ci si può prenotare solo tre volte a settimana per un totale di 21 appuntamenti a settimana. Le altre, ad eccezione della prima, possono gestire numeri un po' più elevati, 42 prenotazioni a settimana. Per fortuna i cittadini possono rivolgersi all'ufficio che preveriscono perchè la territorialità non c'è". Gli orari in cui gli sportelli ricevevano il pubblico però non sarebbero cambiati: "L'amministrazione - continua Frasca Polara - ha annunciato l'apertura tutti i giorni, ma ancora chi prenota trova la prima data utile tra tre mesi".

"Ci stiamo muovendo - riferisce l'assessore - per accelerare i tempi e snellire le prenotazioni accumulate, anche se le difficoltà non mancano". Estendere l'orario di apertura degli uffici, infatti, non basta per smaltire le pratiche. Bisogna contattare coloro che hanno prenotato l'appuntamento per anticiparlo. Al momento contattare telefonicamente tutti non è possibile poichè non tutti coloro che hanno effettuato la prenotazione online, obbligatoria, hanno lasciato un recapito. Non essendo obbligatorio segnalarlo. "Adesso lo è - spiega Nicotri - dato che la Sispi, la società partecipata dal Comune che gestisce i sistemi informatici, ha modificato il parametro. Molte delle domande presentate, sono accompagnate dall'indirizzo mail e quindi intanto gli uffici stanno comunicando attraverso la posta elettronica con i cittadini che non hanno indicato il numero di telefono per anticipare gli appuntamenti".

Effettivamente controllando il sito adibito alle prenotazioni il campo risulta obbligatorio. Inoltre, torna possibile prendere un appuntamento nella Prima circoscrizione, anche se a partire dal 2 luglio: nove giorni fa (quando abbiamo fatto l'ultimo controllo), questa possibilità non c'era. Per il resto, i tempi d'attesa sono ancora biblici: per parlare con un dipendente pubblico della propria pratica bisogna aspettare circa tre mesi e mezzo.

disponibilita appuntamenti carta rei-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento