Carini, zio prende fucile e spara per gioco: bambino ferito gravemente

Il piccolo è stato colpito all'addome. I soccorsi del 118 lo hanno trasportato a Villa Sofia dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Rimasta ferita anche la madre, raggiunta di striscio a una gamba. Sull'episodio indagano i carabinieri

Carini, il luogo dell'incidente

Tragedia a Carini, dove un bambino di 4 anni è stato colpito da un colpo di fucile partito accidentalmente. La madre - E.A., di 30 anni - invece è stata colpita di striscio a una gamba. E' successo questo pomeriggio in una casa in via Fiume Falco, non lontano dalla caserma dei carabinieri. Il piccolo, colpito all'addome, è stato immediatamente soccorso e trasportato all'ospedale di Villa Sofia a Palermo, dove i medici lo hanno operato d'urgenza. Nello stesso ospedale anche la madre. Scene di strazio tra i familiari in attesa nella sala d'aspetto dell'ospedale.

Il bambino è stato operato dall'equipe di Chirurgia generale guidata dal dottor Domenico Guarrasi. Aveva, secondo quanto si apprende, gravi lesioni agli organi interni ma l'esito dell'intervento è giudicato 'soddisfacente'. Adesso è intubato e ricoverato al Trauma center del nosocomio.

Inizialmente gli investigatori pensavano che qualcuno stesse visionando il fucile per una compravendita. Nel corso delle indagini, i carabinieri hanno accertato che la casa in cui è avvenuto il fatto è quella dello zio del piccolo. Il colpo è partito da un fucile da caccia che era appeso alla parete, come souvenir. Il piccolo avrebbe chiesto allo zio di mostrargli l'arma. L'uomo avrebbe così "imbracciato il fucile e puntato in direzione del minore, simulando lo sparo. A quel punto la tragedia, il fucile era carico e pertanto la cosidetta 'rosata' di pallini ha colpito in pieno all’addome la giovane vittima e la madre". 

Sul posto i carabinieri della compagnia di Carini, che indagano sulla vicenda. Il fucile è stato sequestrato per i successivi accertamenti balistici.  Le ipotesi di reato contestate a carico dello zio, G.R:, sono "detenzione illegale di arma e lesioni gravi". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di marco
    marco

    che testa di c**** lo zio, speriamo che il piccolo si salvi

Notizie di oggi

  • Mafia

    Rapinatore e killer mafioso dal destino segnato, la storia del boss Dainotti: "Uccidetelo"

  • Politica

    Strage di Capaci, Mattarella: "Ricordare Giovanni, Francesca e gli agenti non sia rito formale"

  • Cronaca

    Omicidio Dainotti, Valeria Grasso: "Irresponsabile lasciare liberi i boss"

  • Mafia

    Diciassette anni di tormenti: imprenditore denuncia il pizzo, 4 arresti ad Altofonte

I più letti della settimana

  • Omicidio di mafia in via D'Ossuna, Giuseppe Dainotti ucciso in strada a colpi di pistola

  • Rapinatore e killer mafioso dal destino segnato, la storia del boss Dainotti: "Uccidetelo"

  • "Sesso con l'alunna di 14 anni": prof di religione finisce sotto processo

  • "Picchiata e violentata in uno scantinato", incubo per una donna alla stazione

  • Incidente sulla Palermo-Agrigento, coinvolte tre auto: giovane in prognosi riservata

  • Marito e moglie in manette: così l'eroina "palermitana" finiva nel chiosco di una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento