Succursale chiusa e doppi turni, studenti occupano l'istituto Mursia di Carini

La scuola comprende il liceo scientifico, quello delle scienze umane e un corso serale per un totale di circa 1.500 allievi. La sede distaccata non è più usufruibile per il mancato accordo tra ex Provincia e proprietari dei locali

istituto Mursia occupato

Dicono "No" ai doppi turni, chiedono "attenzione da parte delle istituzioni" e "spazi adeguati per potere usufruire del diritto allo studio". Da mercoledì gli allievi dell'istituto Mursia di Carini - che comprende il liceo scientifico, quello delle scienze umane e un corso serale - hanno occupato la scuola di via Trattati di Roma. 

"Fino allo scorso anno le classi erano divise tra sede centrale e succursale - spiega a PalermoToday la rappresentante d'istituto Alessandra Mazzamuto - ma poi, per problemi economici tra i proprietari dei locali e l'ex Provincia, siamo stato sfrattati. Questo significa che dobbiamo fare i doppi turni. Siamo tanti, circa 1.500, e significa avere orari molto pesanti. Chi segue le lezioni pomeridiane finisce anche alle 19.20. Ancora peggiore la situazione di chi frequenta il corso serale, che è costretto a uscire molto tardi".

L'istituto Mursia è di fatto il primo istituto ad "aprire" la stagione delle occupazioni. "Non è un modo di fare 'vacanza' - sottolinea Mazzamuto  - abbiamo organizzato corsi di studio, puliamo l'atrio della scuola. Studiamo in autonomia. La nostra protesta è una richiesta di attenzione. Siamo stati dimenticati da Ex Provincia, Comune, sindaco. Chiediamo solo una struttura per potere studiare. Non ci sembra una richiesta impossibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento