Grave carenza di ispettori del lavoro a Palermo: "Due anni di attesa per una pratica"

Esposto del segretario della Federazione nazionale scuola e formazione del Sinalp al ministro Luigi Di Maio e al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci: "Legalità non può essere garantita"

La sede dell'Ispettorato del lavoro in viale Praga

"A Palermo ci dovrebbero essere 50 ispettori del lavoro ma ce ne sono soltanto quattro". A denunciare la grave carenza di organico è il segretario della Federazione nazionale scuola e formazione del Sinalp, Gaetano Giordano, che ha presentato un esposto indirizzato al ministro Luigi Di Maio e al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. 

Praticamente impossibile dunque espletare gli atti per cui lo stesso ispettorato è preposto. "Nonostante l’encomiabile lavoro svolto giornalmente dagli ispettori in servizio - conclude il segretario - oggi un utente che denuncia un illecito deve aspettare almeno due anni, prima di avere evasa la propria pratica, e ciò oltre ad essere intollerabile, non garantisce in alcun modo la legalità".

Potrebbe interessarti

  • Pesciolini d'argento, piccoli ma così fastidiosi: come eliminarli dalle case palermitane

  • Al sole sì ma con il filtro giusto, cosa non deve (mai) contenere una crema solare

  • Che rumori, questa casa non è un inferno: come insonorizzare un'abitazione a Palermo

  • Addio pelle secca, cosa fare (e non) per scongiurarla anche con prodotti naturali

I più letti della settimana

  • Incidente in corso dei Mille, scontro fra un'auto e uno scooter: morto un giovane

  • Lo Stato vende 30 immobili in Sicilia, quattro le occasioni a Palermo e provincia  

  • Travolto e ucciso in bici il pm che fece condannare Totò Riina e lottò contro i corleonesi

  • Auchan, ruba 63 barattoli di pesto di pistacchio: arrestato

  • Via Roma, mostra il dito medio alla polizia: arrestato dopo un parapiglia

  • L'incidente di corso dei Mille, muore in ospedale anche il cugino di Montesano

Torna su
PalermoToday è in caricamento