Roccapalumba, tappa per Don Puglisi Riparte la “carovana della legalità”

Appuntamento per domani con la manifestazione itinerante ideata dalla Provincia. Due giornate dedicata al prete di Brancaccio tra mostre, incontri e un triangolare di calcio

La carovana della legalità riparte da Roccapalumba

La “Carovana dei diritti e della legalità”, la manifestazione itinerante ideata dalla Provincia, riparte domani da Roccapalumba con una tappa dedicata a don Pino Puglisi. “Ricordare padre Puglisi - sottolineano il presidente Giovanni Avanti e l'assessore alla Legalità Pietro Alongi – significa spiegare soprattutto ai più giovani le battaglie e i valori di questo prete pronto a rischiare la propria vita per il riscatto dei ragazzi del suo quartiere. La scelta della data non è casuale, per sottolineare che l'impegno di Padre Puglisi così come quello di tutte le vittime della mafia, deve essere ricordato ogni giorno e non soltanto in occasione degli anniversari”. E proprio giorno 15 è caduto il diciottesimo anniversario della morte del parroco di Brancaccio.

Alle ore 10, al Centro Sociale di via Avellone, sarà inaugurata la mostra “Eroe... per vocazione”, una carrellata di immagini e documenti che ripercorrono la vita del parroco di Brancaccio ucciso 18 anni fa. L'esposizione è curata dall'associazione “Sì ma verso dove” di Palermo ed è stata realizzata con la collaborazione della Consulta giovanile di Roccapalumba. La mostra resterà aperta domani fino alle ore 24, con orario continuato, e domenica dalle ore 10 alle ore 21. All'inaugurazione della mostra, seguirà, alle ore 10,30, il convegno dal titolo “Me l'aspettavo”, un incontro dedicato ai più giovani per trasmettere loro gli insegnamenti di padre Puglisi. Al dibattito prenderanno parte il presidente della Provincia Giovanni Avanti, il vicepresidente e assessore alla Legalità Pietro Alongi, l'assessore provinciale alle Politiche giovanili Michele Nasca, il sindaco di Roccapalumba Giovanni Giordano, il presidente della Commissione Cultura della Provincia Giacomo Balsano, il presidente dell'associazione “Sì ma verso dove” Rosaria Cascio, il presidente della Consulta giovanile Giovanni Spadaro, la preside della scuola media “Don Milani” Adriana Iovino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giornata prosegue all'insegna dello sport con l'intitolazione a don Puglisi da parte del Comune, alle ore 16, del Centro sportivo di via Umberto I. Nel campo di calcio del Centro sarà disputato il triangolare “Un calcio alla mafia”, fra le rappresentative di Roccapalumba, Vicari e Castronovo di Sicilia.
In serata, alle ore 21,30, ancora al Centro sociale di via Avellone, il gruppo de “Gli Intoccabili”, ossia Christian Terruso, Salvatore Sclafani e Marco Savettiere, propongono il loro show, un mix di attualità e cabaret in cui si parla anche di mafia e antimafia,  ma sempre in chiave satirica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento