Strage di cani a Carini: nove randagi torturati e uccisi

E' quanto accaduto lungo la Statale che collega con Montelepre. Salva solo una cagnetta nera. I volontari della Lida lanciano l'allarme: "Più interventi ed attenzioni per i nostri animali"

La cagnetta salvata -foto GeaPress

Strage di cani in provincia di Palermo. Ben dieci sono stati avvelenati, annegati o vergognosamente impiccati. Solo una bella cagnetta nera ce l'ha fatta, e adesso, molto impaurita, è in cura all'ambulatorio Soclate di Carini. Per gli altri nove, nulla da fare. Strage di randagi in via Fiume Falco, la statale che unisce Carini a Montelepre, in provincia di Palermo. Un vero e proprio bollettino di guerra: impiccati con il fil di ferro, annegati nel fiume, brutalmente avvelenati. Altri perfino lapidati. La segnalazione ai volontari della Lida di Palermo e riportata da GeaPress è giunta nella mattinata di mercoledì, proprio da parte di chi accudiva quei cani, sfamandoli ed accudendoli quotidianamente. Sono poi stati allertati anche i Carabinieri e l'Asp competente. Per i cani coinvolti non c'é stato nulla da fare. Molti dei corpi straziati erano stati coperti con dei teli. "Siamo stanchi - dice a GeaPress Marco Meli, volontario Lida Palermo - di dover assistere ancora una volta a spettacoli agghiaccianti e di dover sollecitare ininterrottamente, ma con scarsi risultati, interventi ed attenzioni per i nostri animali". (fonte: GeaPress)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli spostamenti della turista bergamasca: "Ha girato per Palermo, indagini su dove è stata"

  • Coronavirus, primo caso a Palermo: turista di Bergamo è positiva

  • Rissa fuori dalla discoteca, ragazzo di 21 anni muore accoltellato a Terrasini

  • Coronavirus a Palermo, i contagiati tra i turisti bergamaschi salgono a tre

  • Coronavirus, Musumeci: "Sospensione lezioni nelle scuole di Palermo e provincia"

  • Incidente in autostrada a Tommaso Natale, morto un automobilista

Torna su
PalermoToday è in caricamento