Busta con escrementi a un avvocato palermitano, il mittente è l'indirizzo della residenza di Totò Riina

Minacce all'amministratore dei beni confiscati alle mafie. Nel mirino l'avvocato Rosario Di Legami: "Preoccupato, ma vado avanti". La missiva è stata recapitata nel suo studio di via Principe di Belmonte

L'avvocato Di Legami

"Sono preoccupato ma vado avanti". Ha reagito così l'avvocato palermitano Rosario Di Legami dopo avere ricevuto una busta con escrementi. La missiva è stata recapitata nel suo studio di via Principe di Belmonte. Il legale è amministratore giudiziario in Sicilia, Calabria e soprattutto in Emilia Romagna.

Da ormai quattro anni, dal gennaio 2015, quando scattò l’operazione contro la ‘ndrangheta ‘Aemilia’, gestisce e amministra i beni sequestrati alla cosca Grande Aracri, finiti al centro dell’inchiesta: un tesoro del valore di 500 milioni che gli affiliati hanno sempre cercato di preservare, anche durante il processo. Si tratta dello stesso processo che ha condannato l'ex calciatore Vincenzo Iaquinta e il padre Giuseppe, ma anche Francesco Amato, l'uomo che il 5 novembre si è asserragliato in un ufficio postale emiliano prendendo ostaggi.

"Non posso negare, sarei ipocrita se lo facessi, che una certa dose di preoccupazione c'è. Ma ciò non mi impedirà di continuare a fare il mio dovere, né più, né meno. Se poi fare il proprio dovere rappresenta un'anomalia per qualcuno, ne prendo atto", ha detto Di Legami all'agenzia Ansa, come si legge su Ansa.it.

Dentro la busta, recapitata lunedì scorso, c’era un pezzo di carta igienica sporco di escrementi. Una minaccia che potrebbe essere di origine mafiosa. L'anonimo mittente si è attribuito come indirizzo via Scorsone: a Corleone la strada è quella dove abita la famiglia del defunto boss Totò Riina e che da qualche giorno si chiama Cesare Terranova, il magistrato ucciso dalla mafia nel 1979. Sono in corso approfondimenti per capire da dove venga la busta. L'avvocato palermitano ha segnalato la scoperta al Gico della Finanza di Palermo, che ha avviato gli accertamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento