Sorpreso dai carabinieri mentre brucia dei cavi elettrici: arrestato

In manette a Belmonte Mezzagno un 46enne: è ritenuto responsabile del reato di illecita combustione di rifiuti. I militari hanno notato l'uomo transitando lungo la strada provinciale 38, in una zona di campagna

L'intervento dei carabinieri a Belmonte Mezzagno

Lo hanno sorpreso mentre bruciava dei cavi elettrici. I carabinieri a Belmonte Mezzagno hanno arrestato Rosario Ambrogio, 46 anni, perché ritenuto responsabile del reato di illecita combustione di rifiuti. I militari dell’Arma hanno notato l'uomo transitando lungo la strada provinciale 38, in una zona di campagna.

"Ambrogio - dicono dal comando provinciale - è stato sorpreso mentre era intento a bruciare dei cavi di materiale elettrico per ricavarne il rame contenuto all'interno. Il materiale rinvenuto, di cui il 46enne non ha saputo indicare la provenienza, è stato sequestrato".

Dopo le formalità di rito l'uomo è stato accompagnato nel proprio domicilio in regime di arresti domiciliari come disposto dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Termini Imerese in attesa del rito direttissimo. Il giudice nel convalidare l’arresto ha disposto per Ambrogio la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in moto, morto cuoco palermitano di 36 anni a Padova

  • Polizzi Generosa, netturbino morto folgorato: colpito da un fulmine mentre lavorava

  • E' morto il fratello di Franco Franchi: per più di 30 anni gestì il bar di via Cavour

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • Un'intera strada rubava la luce: scoperti 8 mila metri quadri di costruzioni abusive a Carini

  • Ex imprenditore trovato morto in casa, giallo a Terrasini: indagano i carabinieri

Torna su
PalermoToday è in caricamento