Brancaccio festeggia la sua scuola: 20 anni fa il sogno di Padre Puglisi diventava realtà

La scuola media che porta il nome del parroco ucciso dalla mafia nel 1993 veniva inaugurata il 13 gennaio 2000 e l'occasione è stata celebrata con una cerimonia ufficiale. Il sacerdote si era battuto per la realizzazione dell'istituto, ma venne ucciso prima che la sua idea si concretizzasse

L'ingresso della scuola

Vent'anni di impegno quotidiano per il territorio, per educare i giovani nel senso più ampio del termine nel nome di uno dei simboli dell'antimafia: padre Puglisi. La scuola media che porta il nome del parroco di Brancaccio ucciso dalla mafia nel 1993, compie 20 anni e l'occasione è stata celebrata con una cerimonia ufficiale.

"Padre Pino Puglisi - ricordano sul sito dell'istituto - aveva fatto più volte la domanda al Comune per donare ai ragazzi del quartiere una scuola media. Aveva interpellato politici, giornali, istituzioni, anche l'arcivescovo, ma nulla era accaduto. Il suo martirio convinse le istituzioni a costruire una scuola media nel quartiere, così nel 1995 si diede il via ai lavori di costruzione che terminarono nel 2000. Finalmente il 13 gennaio 2000, con una grande ed emozionante cerimonia (foto in basso), durante la quale la nuova scuola venne intitolata a Padre Pino Puglisi, il nuovo edificio scolastico venne inaugurato alla presenza dell’allora presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e di sua moglie, la signora Franca".

inaugurazione ics puglisi-2

"Oggi, a vent'anni dall'inizio dell'azione educativa della scuola a Brancaccio - si legge ancora su Faceook - possiamo dire che si sono concretizzate le parole pronunciate in quel giorno dal Presidente: '...a voi ragazzi e a voi insegnanti, l'augurio vivissimo che in questa scuola, che nasce nel ricordo di una persona così nobile, possiate trovare quello slancio che vi porti ad essere cittadini della Sicilia, cittadini dell'Italia, cittadini dell'Europa con pienezza di opere, con nobiltà di sentimenti'. Buon compleanno a noi. Buona Festa a tutti noi... 'Puglisini' passati, presenti e futuri, che in questa realtà hanno operato, operano e continueranno a operare per promuovere la loro azione educativa per le generazioni future".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento