Borgo Molara volta pagina, spariti i cassonetti: inizia l'era della raccolta differenziata

Il via al servizio fra mugugni e "non ricordo". L'appello ai residenti dell'amministratore unico della Rap, Giuseppe Norata, e del presidente della Quarta circoscrizione: "Tocca a voi garantire decoro e regolarità dei conferimenti"

Operatore Rap impegnato nella raccolta differenziata del vetro

I 52 vecchi cassonetti dei rifiuti sono spariti, da oggi Borgo Molara volta pagina: inizia l'era della differenziata. Il nuovo servizio di raccolta, che si basa sul conferimento in due ecopunti posizionati in zone strategiche del quartiere, è stato tenuto a battesimo dall'amministratore unico della Rap Giuseppe Norata e dal presidente della Quarta circoscrizione Silvio Moncada. 

Tra qualche mugugno e qualche "non ricordo come si fa", i residenti hanno iniziato a separare l'immondizia. Ad accoglierli in piazza Molara due motocarri e due operatori ecologici, che saranno presenti ogni giorno per ricevere le frazioni differenziate. Il sistema sperimentale utilizzato a Borgo Molara prevede un calendario di raccolta dal lunedì al sabato, dalle 6,30 alle 10, presso isole ecologiche mobili che stazioneranno in piazza Molara e in via Paruta. Oggi è toccato all'indifferenziato e al vetro. La postazione di via Paruta (già attiva per i residenti di via Saitta Longhi e via Ponticello Oneto) servirà, fra qualche giorno, anche i residenti del rione di Mezzomonreale.  

"Stamattina - ha detto Norata - ho voluto presenziare all'avvio del servizio con il presidente Moncada per avere il contatto diretto con i cittadini, in modo tale che potessero anche segnalare eventuali criticità o colmare qualche dubbio non solo per migliorare la raccolta. Sono fermamente convinto che questi stessi cittadini devono essere i veri protagonisti per garantire la regolarità dei conferimenti e il decoro urbano. Sono loro la risorsa per il raggiungimento di un obiettivo che è quello dell’aumento della raccolta differenziata e contestualmente della salvaguardia delle risorse naturali".

Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente della Quarta circoscrizione, Silvio Moncada, che ha aggiunto: "Ammetto che ero un po' preoccupato, ma oggi vedere diversi cittadini che arrivavano in piazza per conferire correttamente i rifiuti mi ha rincuorato. So benissimo che sono tanti i residenti che continueranno nei prossimi giorni a conferire in maniera impropria dove fino a ieri c’erano i cassonetti, ma cercheremo di raggiungerli e dargli la corretta informazione. Il quartiere è il nostro e questa è una sfida. Molti i residenti che hanno chiesto la differenziata ed oggi un primo passo è stato fatto".

Le preoccupazioni di Moncada non sono infondate, visto che anche la vicinanza con Monreale (dove la differenziata arranca) ha penalizzato la zona di Molara. Che, di per sè, finora non ha brillato. Non è un caso che per sensibilizzare i residenti, sono ancora al lavoro i comunicatori della Srr Palermo Area metropolitana. Oltra alla borgata, l'attenzione dovrà essere adesso rivolta alle strade che collegano Monreale con Molara, invase dai rifiuti. Le zone di transito sono le predilette dai tanti incivili che vogliono sbarazzarsi dell'immondizia indifferenziata. Lo stesso dicasi per la circonvallazione di Monreale e per la parte iniziale di corso Calatafimi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Confidiamo nella sensibilità e nell'attenzione dei cittadini - hanno dichiarato il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore all’Ambiente Sergio Marino - perché hanno la possibilità di contribuire a migliorare il decoro e la pulizia del quartiere, dando allo stesso tempo un importante aiuto all'ambiente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sanità palermitana in lutto, è morto il cardiologo Giuseppe Andolina

Torna su
PalermoToday è in caricamento