Bonagiart: la manifestazione per rivalorizzare il quartiere

La Villetta Comunale di Bonagia è stata invasa da adulti e bambini per la prima edizione di “Bonagiart: il territorio in arte”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Musica, canto, danza, laboratori per bambini e tanto altro. Sono solo alcune delle attività che si sono svolte ieri nella Villetta Comunale di Bonagia sita tra Via Guido Rossa e tra via Mico Geraci durante la prima edizione di “Bonagiart: il territorio in arte”. Si tratta di un’iniziativa patrocinata dal Comune di Palermo e resa possibile dai ragazzi di "Iniziativa Territoriale Palermo" che, insieme al consigliere di circoscrizione Salvo Tarantino, e alle associazioni "Piccola Accademia dei Talenti", "Accademia di Musica Moderna" e "Associazione Parole Semplici", vogliono rilanciare il quartiere con l’aiuto dei loro giovani talenti. A partire dalle ore 17:00 del 28 settembre, la Villetta Comunale è stata invasa dai bambini che hanno potuto partecipare a diverse attività ludico-ricreative grazie alla collaborazione del "Lion Tennis Club” e del “Centro Scacchi di Palermo”. A partire dalle 20.00, invece, spazio ai piccoli talenti del quartiere che, tramite esibizioni canore e musicali, balli e performance teatrali, sono riusciti a trattare temi critici ed importanti per la nostra terra e la formazione delle nostre giovani menti: l’immigrazione, il razzismo, il bullismo, la violenza di genere e il rispetto dei beni comuni. “Questa è un’iniziativa che parte dal basso – ha dichiarato il Consigliere di Circoscrizione Salvatore Tarantino che, insieme alle associazioni, si è impegnato per dar vita a questa manifestazione – con noi anche moltissime attività commerciali della zona hanno dato il loro contributo che è stato fondamentale per la buona riuscita della manifestazione. Crediamo, infatti, che la rinascita e la valorizzazione del nostro quartiere passi in primo luogo dall’interesse e dalle attenzioni dei propri abitanti.”

Torna su
PalermoToday è in caricamento