Biennale di Venezia, Palermo presente con lo Studio Am3

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Non poteva mancare il contributo della Sicilia alla 15° Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia, che aprirà i battenti sabato 28 maggio con il titolo "REPORTING FROM THE FRONT". In occasione di questo evento internazionale la testimonianza regionale, all'interno del Padiglione Italia, è affidata all'esposizione del lavoro dello studio AM3 Architetti Associati di Palermo e del loro progetto di sistemazione e di riqualificazione del Lungomare di Balestrate, realizzato insieme allo Studio Cangemi di Palermo tra il 2011-2013. Ad accompagnare lo studio AM3 è ancora una volta la "case-study" Farm cultural park di Favara: il centro storico della cittadina in provincia di Agrigento recuperato e trasformato in galleria d'arte e residenza per artisti. Entrambi i lavori inseriti con pertinenza all'interno della mostra dal titolo "Taking Care - progettare per il bene comune", curata dallo Studio TamAssociati, quale prova tangibile di come l'architettura possa contribuire a diffondere e rendere efficaci i principi di cultura, socialità, partecipazione, integrazione e legalità in qualsiasi luogo e a qualsiasi scala.

Vincitore della Menzione d'onore per il premio "Giovane Talento dell'Architettura italiana 2015", lo studio AM3 architetti Associati di Marco Alesi, Cristina Calì e Alberto Cusumano, è vincitore di concorsi come il Lungomare di Ortigia a Siracusa o come il più recente convitto per una scuola a Malles in Val Venosta. Lo studio ha inoltre curato la realizzazione di un centro per ragazzi in un bene confiscato alla mafia nel Comune di Balestrate e l'ampliamento del museo all'interno del nuovo parco astronomico di Isnello, nel cuore del parco delle Madonie, oltre a numerosi interni di alta qualità.

Il lavoro esposto alla 15° Biennale di Architettura - il Lungomare di Balestrate - mostra come la qualità dell'architettura si debba e si possa dispiegare soprattutto nella cura degli spazi pubblici quotidiani, utilizzando in modo significativo le risorse finanziarie disponibili. Costituito da una passeggiata lineare pavimentata e da passerelle e scale per la discesa a mare, il progetto si compone di pochi elementi ripetuti con variazioni e con materiali essenziali locali, riuscendo a trasformare un intervento di manutenzione straordinaria in un'operazione di riqualificazione ambientale e urbana di un bene comune per eccellenza come lo spazio costiero.

Torna su
PalermoToday è in caricamento