Cittadini aprono una biblioteca di quartiere

Da settimane un gruppo di cittadini spontaneamente lavora per la realizzazione di una biblioteca nel quartiere San Giovanni Apostolo (ex Cep)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Da settimane un gruppo di cittadini spontaneamente lavora per la realizzazione di una biblioteca nel quartiere San Giovanni Apostolo (ex Cep), all’interno degli spazi gestiti dall’omonima associazione. La manifestazione conclusiva si terrà il 10 Maggio. L’iniziativa nasce dalla necessità di creare uno spazio culturale dove adesso non c’è. L’iniziativa parte dall’input del Consigliere Danilo Stagno ma spopola presto su Facebook l’evento “Dona una Libro al quartiere”.

“Si è pensato di chiedere una mano ai cittadini, ognuno con un piccolo gesto,donando un libro per ragazzi, può aiutare a costruire un grande tesoro collettivo”. L’iniziativa procede a grandi passi, sono stati già raccolti circa 1.000 volumi, ma dicono gli organizzatori: “potrebbe diventare un bellissimo centro culturale aperto ai residenti, se altri cittadini ed altri Enti ci dessero una mano. Abbiamo già raccolto molti testi, ma molto ancora si potrebbe fare con l’aiuto di tutti. Crediamo molto nella generosità dei palermitani che sicuramente, continueranno a sostenere la nostra biblioteca con altri libri".

Continua Isabella Cacciatore -una delle volontarie che da giorni lavora al progetto: “abbiamo avuto belle risposte dalla rete, speriamo di continuare ad averne, ricordo a tutti che è possibile ancora contattarci contattarci l’evento promosso su Facebook”. Nel frattempo, giorno 23 Aprile, in via Cavour presso La Feltrinelli, per la Giornata Internazionale del Libro potrà essere acquistato un libro da donare alla Biblioteca.

Mentre Giorno 10 Maggio alle 14.00, si potrà assistere all’intrattenimento offerto dei bambini dell’associazione per la Giornata inaugurale della Biblioteca, ovviamente ai partecipanti è richiesto un Libro da portare. I volontari si stanno anche adoperando per effettuare la raccolta porta a porta per agevolare i diversamente abili o chi ha difficoltà a raggiungere la loro sede. Buona nuova a Palermo.

Torna su
PalermoToday è in caricamento