"Vado via. Qui è impossibile fare opere giuste": Biagio Conte lascia Palermo

Il missionario laico fondatore della Missione Speranza e carità in una lettera aperta conferma l'intenzione di lasciare la città

Foto archivio

"Sono stanco, ferito, e stacolato nell'aiutare il nostro prossimo. Andrò via da Palermo e dalla terra di Sicilia. Basta, è impossibile in questa regione fare opere giuste, mi porterò la Santa Croce affinchè il male non vinca sul bene". Sono le parole di Biagio Conte, il missionario laico fondatore della Missione Speranza e carità, che in una lettera aperta conferma l'intenzione di lasciare la città.

Biagio Conte afferma che non ce la fa più a continuare a lottare contro chi impedisce di realizzare opere di misericordia come l'acquisizione dell'ex fonderia Basile per la quale si è battuto negli ultimi mesi per farne un prolungamento della sua 'cittadella dei poveri' che accoglie un migliaio di diseredati.

"Impedire l'aiuto ai poveri e agli emarginati è l'errore più grave che possa commettere questa umanità - dcie Biagio Conte - lancio un grido disperato e chiedo aiuto al mio Dio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento