homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Il bar Alba vola a Barcellona con l’arancina... alla paella

La storica pasticceria e gastronomia palermitana aprirà a fine mese un locale nei pressi della Sacrada Familia. L'amministratore: "Il segreto dei nostri prodotti? Qualità e convenienza"

Giuseppe Tarantino, amministratore della pasticceria Alba

Il bar Alba sbarca a Barcellona e lo fa in grande stile. Lo storico bar palermitano, infatti, aprirà un nuovo punto vendita a fine mese in una delle città spagnole più famose e a più alta densità turistica con una nuova declinazione dell’arancina che per l’occasione sposa la paella. Duecentocinquanta grammi di golosità nel rispetto da un lato della tradizione spagnola che vuole il piatto unico con carne, pesce e verdure, dall’altro anche di quella siciliana perché il condimento è racchiuso dalla classica bolla di riso panata e fritta in olio di oliva.

L’idea è di Giuseppe Tarantino, amministratore della pasticceria Alba e dello chef Giuseppe Giuliano, consulente per il food dell’azienda. “E’ stata una scommessa – ha dichiarato Tarantino – quella dell’arancina alla paella. Una scommessa piacevolmente riuscita. Al momento ne produciamo in città un centinaio al giorno e vanno tutte a ruba”. Ma com’è nata l’idea di volare in Spagna per investire? “Barcellona – spiega - è una città dove il turismo nonostante la crisi è presente sempre, praticamente 12 mesi l’anno escluso il mese di gennaio. E’ una città senza azienda e fabbriche che fa del turismo la sua più grande risorsa. Il locale aprirà nei pressi della basilica della Sacrada Familia ma non escludo che in futuro possano nascere nuove sinergie con l’amministrazione locale. Infatti, cosa non di poco conto in Spagna dal punto di vista burocratico è tutto un altro mondo. Ci hanno realmente spalancato le porte cosa che in Italia è inconcepibile”.

A Barcellona arriveranno anche tutte le altre leccornie della gastronomia e della pasticceria siciliana: “Oltre all’arancina alla paella – ha detto lo chef Giuliano – ci saranno le classiche alla carne, al prosciutto e mozzarella agli spinaci e al pollo e curry. In più porteremo anche il cannolo nelle versioni ricotta, ricotta con pistacchi e ricotta e cioccolato”.

E se gli si chiede se c’è un po’ di paura della concorrenza dei vari fast food presenti sul posto Tarantino risponde abbastanza sicuro di sé e dei suoi prodotti: “Assolutamente no. Noi offriamo un prodotto di qualità alta a un prezzo competitivo. L’arancina alla paella, dal peso di 250 grammi costerà solo 2,90 euro e il gusto poi… sarà quello la carta vincente”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      "No a salme estrenee nella tomba di famiglia": Tar contro il Comune

    • Cronaca

      Guardia giurata aggredita a Falsomiele, rubata la pistola di servizio

    • Cronaca

      "Dio deve farli soffrire": contatti con l'Isis con base a Palermo

    • Cronaca

      Noce, quasi mezzo chilo di hashish tra officina e casa: arrestato meccanico

    I più letti della settimana

    • Rissa tra famiglie a Cruillas: un ragazzo ucciso e 2 feriti gravi, 5 arresti

    • Borgo Nuovo, sparatoria per lite condominiale: un morto e un ferito

    • 50 foto di nascosto a ragazza che passeggia al Forum: sorpreso dalla polizia

    • Tenta furto, poi manda in ospedale due carabinieri: arrestato palermitano

    • Incidente lungo la discesa di Valdesi, scontro auto-moto: un ferito

    • Suicidio al Pagliarelli, si è ucciso Carlo Gregoli: era accusato dell'omicidio di Falsomiele

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento