Frutta e verdura in cattivo stato: sequestro da 2.500 chili alla Bandita

Operazione di vigili e carabinieri in via Messina Marine. Il venditore - un uomo di 35 anni - è stato denunciato anche per abusi edilizi: "Si era insediato in un’area di pubblico interesse paesaggistico"

Con gazebo e bancarelle si era "preso" a poco a poco tutto il marciapiede. Abusivamente. Operazione di polizia Municipale e carabinieri della stazione di Acqua dei Corsari che ieri mattina - alla Bandita - nel corso di un intervento in "tandem" hanno sequestrato oltre 2.500 chili di frutta e verdura e denunciato un venditore in via Messina Marine.

L'operazione è stata messa a segno nell'ambito dei controlli congiunti per la lotta all'abusivismo commerciale e per la tutela della salute pubblica. "E' stata così restituita alla cittadinanza la fruizione di un’area di pubblico interesse paesaggistico - dicono dal comando della polizia municipale -. Durante i controlli, gli agenti e i carabinieri hanno sequestrato oltre 2.500 chili di frutta e verdura di cui più di 1.600 devoluti ad istituti di accoglienza e 900 distrutti perché in cattivo stato di conservazione".

Il venditore - un uomo di 35 anni (G.M. le sue iniziali) - è stato denunciato per occupazione suolo pubblico, abusi edilizi e commercio di alimenti in cattivo stato di conservazione. Alla fine è stata smantellata e rimossa la struttura abusiva composta da due ampi gazebo affissi al suolo in forma permanente, un manufatto in legno che poggiava su un albero di Natale alto una decina di metri, tre ombrelloni e cinque rastrelliere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Automobilisti avvisati, mezzi salvati: contro la velocità in strada arriva "Speed"

Torna su
PalermoToday è in caricamento