Bagheria, studenti del Don Luigi Sturzo a lezione di sicurezza in mare

In cattedra il comandante della Guardia costiera di Porticello e il presidente della Lega Navale di Aspra. Tra gli obiettivi dell'iniziativa anche la promozione dell’impegno per la tutela dell’ambiente marino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Come da tradizione consolidata, anche quest’anno la Lega navale italiana – sezione di Aspra, in sinergia con l’Ufficio circondariale marittimo - Guardia costiera di Porticello, ha organizzato presso l’Istituto tecnico economico e per il turismo “Don Luigi Sturzo” di Bagheria la Giornata della Sicurezza in Mare con l’obiettivo di diffondere la cultura e l’amore per il mare, illustrarne la corretta fruizione e promuovere l’impegno per la tutela dell’ambiente marino.

Ad aprire la giornata formativa della sicurezza in mare, dopo i saluti rivolti dal corpo docente e dal dirigente scolastico Vito Cudia, è stato il tenente di Vascello (CP) Giuseppe Morra, comandante di Porticello, il quale ha illustrato agli alunni dell’istituto le mission della Guardia costiera sul territorio nazionale e in particolare quelle relative alla salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della navigazione e alla tutela dell’ambiente marino e costiero in tutte le sue forme.

In tale circostanza sono state suggerite alcune regole di buona condotta da tenere in mare sia per quanto attiene l’attività di balneazione che l’attività diportistica anche in relazione alle ordinanze di sicurezza vigenti, ed è stato ricordato come comportamenti incauti e imprudenti possano arrecare grave pericolo alle persone e all’ambiente.

In tale contesto è stata illustrata la campagna denominata “Mare Sicuro” promossa ogni anno su tutto il territorio nazionale dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia costiera che ha lo scopo di “garantire il regolare svolgimento della stagione balneare ed una corretta fruizione delle spiagge e del mare” nonché quella del “Bollino Blu” finalizzata ad evitare la duplicazione dei controlli in mare e garantire nel contempo il necessario livello di sicurezza.

Successivamente il presidente della Lega Navale di Aspra, Giacomo F. Sciortino ha affrontato i temi della sicurezza in mare promossi dall’Associazione e quelli ambientali legati, in particolare, all’inquinamento legate plastiche e le microplastiche e l’impatto che queste hanno su tutto l’ecosistema marino.

Sempre a vantaggio dei partecipanti è stata fornita un’ampia panoramica sui sistemi in uso per attivare i soccorsi in mare in caso di necessità e sui dispositivi nautici di sicurezza da tenere a bordo e utilizzare in caso di emergenza; a tale scopo sono stati proiettati anche alcuni video sull’utilizzo delle dotazioni di sicurezza più comuni tenute a bordo e ad alcuni partecipanti è stata data la possibilità di indossare un giubbotto di salvataggio e spiegato il funzionamento.

L’attività promossa è stata seguita da circa 500 alunni (tutti frequentati le classi superiori) con vivo interesse e partecipazione, con l’auspicio di poter realizzare nel futuro anche altre analoghe iniziative con il coinvolgimento delle istituzioni/associazioni del territorio.

Torna su
PalermoToday è in caricamento