Bagheria, stop alla raccolta degli ingombranti dopo il sequestro dell'autoparco

Tra gli indagati ci sono l'ex primo cittadino Patrizio Cinque, la responsabile del servizio di raccolta differenzia Giuseppina Pia Di Martino e la presidente dell'Amb spa Tanja Giambruno.

L'interno dell'autoparco - foto Bagheria News

Dopo il sequestro dell'autoparco comunale di Bagheria, sede del centro comunale di raccolta, arriva lo stop al servizio di raccolta dei rifiuti ingombranti. Con una nota l'amministrazione comunale ha comunicato che "l'Amb, l'azienda multiservizi che gestisce la raccolta differenziata per il Comune di Bagheria, ha momentaneamente sospeso il servizio di raccolta rifiuti ingombranti".

"Siamo a lavoro h24 per garantire la normale raccolta dei rifiuti - ha detto l'assessore ai Servizi a rete Angelo Barone - Chiediamo la collaborazione di tutti i cittadini affinché si evitino abbandoni indiscriminati di rifiuti". L'impianto è stato posto sotto sequestro dai carabinieri come conseguenza di controlli e accertamenti eseguiti dai militari, Noe, Arpa e Asl 6 a seguito di due diversi esposti avvenuti nei mesi scorsi. Durante i controlli erano stati rilevati violazioni in materia ambientale ed una grave situazione di degrado relativa alla gestione dei rifiuti. 

Tra gli indagati ci sono l'ex primo cittadino Patrizio Cinque, la responsabile del servizio di raccolta differenzia Giuseppina Pia Di Martino e la presidente dell'Amb spa Tanja Giambruno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento