La lite vicino al bar, il pugno e la morte dopo 50 giorni di coma: 12 anni all'aggressore

Nel 2017 Roberto Impellizzeri, camionista di 60 anni, venne aggredito a Bagheria. Cadde sbattendo la testa e morì dopo un lungo ricovero. A colpirlo Francesco Mineo, 46 anni, ora condannato in primo grado

Morì dopo cinquanta giorni di agonia in seguito a un pugno sferrato in pieno viso per una banale lite. Oggi il gup del Tribunale di Termini Imerese Claudio Emanuele Bencivinni ha condannato l'aggressore a 12 anni di carcere con l'accusa di omicidio preterintenzionale. Roberto Impellizzeri, camionista di 60 anni (foto in basso), era stato aggredito l'8 aprile 2017 da Francesco Mineo, 46 anni, per futili motivi davanti a un bar di Bagheria. In seguito al pugno ricevuto era caduto battendo violentemente la testa. Per un mese e mezzo era rimasto ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Civico. Il 29 maggio a causa delle gravi ferite riportate sulla testa l'uomo, padre di due figli, morì. L'accusa, rappresentata dal pm Annadomenica Gallucci, aveva chiesto 16 anni di carcere.

Roberto Impellizzeri-2In base a quanto era stato riferito da alcuni testimoni, tesi avvalorata grazie a un video che aveva ripreso le fasi dell'aggressione a Impellizzeri, i due avrebbero avuto un'animata discussione, poi Francesco Mineo, 46 anni, avrebbe sferrato un pugno a Impellizzeri, poco dopo trasportato al Civico per la grave ferita alla testa. Il 46enne era stato rintracciato e arrestato dai carabinieri per lesioni personali aggravate, ma la sua posizione, dopo la morte della vittima, si era aggravata. L'imputato era difeso dall'avvocato Antonio Busuito e la parte civile, cioè i familiari della vittima, la moglie e i figli, erano difesi dagli avvocati Cinzia Di Vita e Filippo Gallina.

Impellizzeri era molto conosciuto a Bagheria. "Era un padre di famiglia - avevano raccontato gli amici dopo l'aggressione - una persona pacifica e gentile. Non riusciamo a credere a ciò che gli è successo, chi lo ha aggredito deve pagare per la sua morte". Oggi è arrivata la sentenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • si Ma in Italia sono 3 i Gradi Di Giudizio la Famiglia deve sperare chey tutti e 3 diano 12 Anni allora si Giustizia e stare fatta

  • Giustizia è stata fatta, con un pugno si può uccidere attenzione

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Un attimo di pazienza, stiamo valutando il parere del perito della letteratura italiana.  

    • Il figlio della Treccani. Canuzzu.

  • Sono la figlia di Roberto Impellizzeri, prima di scrivere accertatevi sui fatti accaduti. Parte dell'articolo non è corretto e non veritiero.

  • Sono la figlia di Roberto Impellizzeri, voglio solo dirvi che prima di scrivere dovreste accertarvi sui fatti accaduti. Parte dell’articolo è sbagliato e non veritiero

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Che è la gente ché frigge le patate non sono esseri umani? Povero acaro.

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Si lui è quello che si occupa degli sconti? Demente con la malattia del gioco di parole. Pulisciti il naso che ti cola il muco.

    • Con chi parla?

    • Con chi parla?

  • Sconti anticipati

  • E io anticipo le lagne dei soliti giureconsulti da friggitoria: trattasi del classico caso di "omicidio" (così è normativamente qualificato) non volontario. A pena comminata dal giudice è inferiore al massimo possibile in questi casi, ma più che congrua, date le circostanze del caso (pugno sferrato a seguito di alterco).

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La loggia segreta di Castelvetrano, lo sfogo che incastra Cascio: "Quello mi dice il discorso"

  • Cronaca

    Bellolampo, rimane col braccio incastrato nel nastro trasportatore: operaio si frattura il polso

  • Politica

    Rifiuti, proposta dell'Anci: "Tari nella bolletta della luce per evitare il dissesto dei Comuni"

  • Cronaca

    Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Tragedia al Villaggio, ragazza si suicida lanciandosi dal balcone

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

Torna su
PalermoToday è in caricamento