Bagheria si sveglia invasa dai rifiuti, materassi e sacchetti gettati in strada

Ignoti hanno cosparso diverse vie di immondizia. L’assessore ai Servizi rete Angelo Barone: "Abbiamo trovato anche dei tonni. Tolleranza zero per chi sporca la nostra città"

Raid vandalico a Bagheria

Sacchi colmi di rifiuti, materassi e perfino dei tonni. Tutto gettato in strada. Si sono svegliate cosi, negli ultimi giorni, alcune strade di Bagheria. A rendere noto l'episodio è la stessa amministrazione comunale, che ribadisce la "tolleranza zero" verso gli incivili.

"Durante lo scorso fine settimana – spiega l’assessore ai Servizi rete Angelo Barone  –  abbiamo registrato una serie di atti vandalici su tutto il territorio comunale. Spargimenti di rifiuti lungo le strade, abbandono di ingombranti, nonostante la temporanea sospensione del servizio, materiale edile di risulta, addirittura grossi tonni abbandonati per strada, sempre nei 'soliti' posti fatti ripulire già tre volte in un mese di sindacatura e prontamente sporcati in meno di un’ora".

L’amministrazione comunale in una nota ribadisce di non avere apportato alcuna modifica al calendario della raccolta differenziata e di non avere, a maggior ragione, mai sospeso il servizio. "Sicuramente lavoreremo per apportare delle migliorie al servizio che è ancora sotto gli standard sia di percentuale di raccolta differenziata effettuata dalla città sia in termini di servizio al cittadino – dice il sindaco Filippo Tripoli – ma di certo la raccolta differenziata è un dovere di tutti noi per prenderci cura dell’ambiente, della salute e presto anche della nostra tasca, se tutti la effettueremo, diminuiranno i costi di trasporto in discarica".

"È vero, ci sono stati dei rallentamenti nei servizi in queste due settimane dovute al sequestro dell’autoparco comunale, alla carenza di mezzi e anche a qualche 'furbetto' che credendo di avere il “posto fisso intoccabile” non si presenta sul posto di lavoro. A un mese dal nostro insediamento, ci spiace registrare che la mole di rifiuti indifferenziati è nettamente aumentata eppure non abbiamo apportato alcun cambiamento al calendario e allora mi chiedo il perché", aggiunge l’assessore.

Il sindaco Tripoli e l’assessore Barone sotttolineano poi che "durante le opere di bonifica sono stati installati sistemi di controllo per individuare e punire chi per dolo, incuria o semplice strafottenza non ha rispetto per le regole e per noi cittadini tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Stress? Rabbia? Arriva a Palermo la Rage Room, la stanza dove puoi spaccare tutto

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento