Bagheria, telecamere contro i crimini: pronto progetto per la videosorglianza

Entro fine anno 65 videocamere saranno sempre attive e registreranno tutto ciò che accade nelle aree rilevate come "sensibili". Così il Comune vuole combattere i crescenti episodi di microcriminalità

Bagheria come il Grande Fratello? Sì, se è necessario a combattere gli episodi di microcriminalità. E così il comune in provincia di Palermo da marzo avrà 65 videocamere che saranno attive 24 ore su 24 e che registreranno tutto quanto accade nelle aree che l’amministrazione comunale ha rilevato come “sensibili” in cui sono dislocate con un angolatura di 360 gradi e con un’alta risoluzione che riprenderà sino alle targhe delle auto. La videosorveglianza sarà attiva nelle aree di ingresso della città, davanti a tutte le scuole e nei corsi principali, nelle aree commerciali.

Alle registrazioni e alla visione in diretta potranno accedere, mediante una piattaforma web e con l’utilizzo di una username e password, anche le forze dell’Ordine.

Una centrale operativa si troverà nei locali comunali di via Pittalà; il personale comunale che verrà individuato per la sorveglianza dei monitor verrà adeguatamente formato con un corso su tutta la normativa che riguarda la privacy e la normativa dei dati sensibili. La gara sarà bandita a marzo ed entro l’anno la città sarà video-sorvegliata in accordo con le forze di pubblica sicurezza e con la Polizia municipale.

Dopo l’ok da parte del Ministero degli Interni che si attende a giorni, potrà essere bandita la gara, i cui tempi di espletamento fanno pensare che al più tardi a giugno 2013 inizieranno i lavori. “Siamo certi che questo progetto renderà il territorio meno aggredibile da diverse fattispecie criminose – ha detto il sindaco di Bagheria, Vincenzo Lo Meo, azioni di delinquenza che rappresentano, tra l’altro, un grave ostacolo allo sviluppo economico della città e alla civile convivenza, alla qualità e produttività del lavoro e all’attrattività del territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento