Beccato con hashish in auto rifiuta il test antidroga: patente sospesa

Nei guai un 28enne, fermato dalla polizia stradale sulla statale 113 nei pressi di Bagheria. La sostanza stupefacente era nascosta sotto il sedile. A Caracoli maxi multa al conducente di un mezzo pesante

Percorre la statale 113 in auto e sotto il sedile nasconde qualche grammo di hahish, ma la polizia stradale lo ferma all'altezza di Bagheria e lo scopre. Quando poi gli agenti lo invitano a fare il test antidroga si rifiuta peggiorando ulteriormente la situazione. Nei guai è finito un ragazzo di 28 anni, bloccato da una pattuglia della polizia stradale di Buonfornello. 

"Poiché il 28enne ha manifestato da subito chiari segni di nervosismo - dicono dalla Questura - i poliziotti hanno ritenuto di approfondire il controllo ed estenderlo anche al suo veicolo. L’intuizione si è rivelata esatta: occultata sotto il sedile del conducente è stata rinvenuta sostanza stupefacente. Pertanto, il giovane è stato segnalato per violazione del testo unico sulle sostanze stupefacenti e deferito all’autorità giudiziaria per essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento atto a verificare se avesse o meno fatto uso di tali sostanze. In questo caso la normativa prevede la sospensione della patente e il sequestro per confisca del veicolo, nonché la decurtazione di 10 punti dalla patente".

Un’altra pattuglia della sottosezione di Buonfornello, presso l’area di servizio Caracoli Nord sulla A19 ha elevato sanzioni per circa 1.000 euro e decurtato 9 punti dalla patente al conducente di un autoarticolato adibito al trasporto di merci pericolose, per "irregolarità inerenti i tempi di guida e di riposo previsti dalla legge". Nella stessa area di servizio un altro veicolo commerciale è stato sanzionato per aver superato la massa di carico consentita, con sanzioni ammontanti a 1300 euro e la decurtazione di 4 punti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento