Santa Flavia, gettano l'ancora in tratti di mare riservati ai bagnanti: multati

Nei guai cinque diportisti. A coglierli sul fatto è stata la guardia costiera. Accertata la violazione della distanza minima dalla costa. Sanzioni per oltre duemila euro

Si sono avvicinati alla costa con le loro barche e hanno gettato l'ancora, senza però rispettare le distanze previste dalla legge. Cosi per cinque disportisti sono scattate multe salate. A coglierli sul fatto, nello specchio di mare tra Capo Zafferano e lo "scoglio della formica" a Santa Flavia, è stata la guardia costiera.

I controlli sono scattati nell'ambito dell'operazione “Mare Sicuro 2019”. I militari della guardia costiera di Porticello hanno contestato a quattro diportisti multe per un totale di mille euro "per aver effettuato la navigazione e per aver sostato con la propria unità nello specchio acqueo riservato alla balneazione" (La distanza è di 300 metri dalle spiagge e 100 metri dalle coste a picco ndr). Alcuni avevano gettato l'ancora nel tratto di mare all’interno del Golfo di Capo Zafferano, proprio recentemente delimitato da boe rosse.

A un altro diportista invece, sono state contestate due sanzioni per un importo superiore a 1000 euro una per aver violato le prescrizioni contenute nell’ordinanza della guardia costiera di Porticello che disciplina le attività di avvicinamento allo "scoglio della Formica” e l’altra "per aver impiegato il proprio mezzo nautico in uso diverso rispetto a quello previsto".

Elevate anche tre multe per "aver sostato con l’autovettura in aree operative" senza autorizzazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento