Bene confiscato affidato a volontari Nuovo centro culturale a Bagheria

Il Sindaco Vincenzo Lo Meo ha concesso ai giovani di "Quelli di Pittalà" l'uso del locale ad angolo tra corso Butera e via Pittalà per 75 giorni. Saranno organizzate una serie di iniziative legate a musica e arte

Bene confiscato in via Pittalà

I giovani si riappropriano del loro territorio. Così l’associazione culturale “Quelli di Pittalà” hanno ottenuto l’uso per 75 giorni del locale a piano terra dell’immobile ad angolo tra corso Butera e via Pittalà a partire da oggi. Sino al 30 settembre i volontari dell’associazione, guidati dal bagherese Aldalberto Catanzaro, potranno utilizzare la sede per lo svolgimento di riunioni che abbiano come fine l’organizzazione di eventi ed iniziative che mirino a promuovere l’attività dei giovani, a valorizzare la città a creare eventi turistici di richiamo.

“Uno dei punti cardine del mio programma – ha dichiarato lo stesso sindaco di Bagheria Vincenzo Lo Meo - è la valorizzazione delle attività dei giovani, evitare la fuga di cervelli e fare sì che i ragazzi bagheresi riescano a farsi strada anche nella propria città”.

Oggi pomeriggio alle 18,30 ci sarà un aperitivo rinforzato gratuito per inaugurare il nuovo centro creativo dove saranno realizzati una serie di eventi legati dal file rouge della cultura, dell’arte e della musica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento