Insegue l'ex moglie in autostrada e tenta di speronare l'auto: arrestato

In manette è finito un uomo di 53 anni. La donna, terrorizzata, ha raggiunto il commissariato San Lorenzo e ha chiesto aiuto ad alcuni agenti. L'ex compagno ha continuato a insultarla e minacciarla nonostante la presenza dei poliziotti

Gli uffici della polizia in via San Lorenzo

L'ira per il matrimonio finito e la volontà di impedire in qualsiasi modo alla moglie di rifarsi una vita. C'è tutto questo dietro l'arresto di un 53enne del Palermitano, in manette per stalking. L'arresto è avvenuto sabato quando, per impedire alla donna di raggiungere un pub e passare la serata con un gruppo di amici, ha iniziato a inseguirla in autostrada tentando anche di speronare la sua auto. La donna, che era in autostrada all'altezza di Tommaso Natale, ha imboccato lo svincolo di via Ugo La Malfa per raggiungere il vicino commissariato San Lorenzo. In via San Lorenzo, la donna si è accorta di alcuni agenti nei pressi dell’Ufficio Immigrazione, così è scesa dal mezzo e chiesto aiuto.

Proprio mentre la donna si stava confidando con i poliziotti è sopraggiunto il marito che, in preda all’ira, ha continuato a minacciarla e insultarla.

Nel frattempo sono arrivati sul posto anche alcuni agenti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico. L'ex marito è stato bloccato mentre la donna ha raccontato che quanto accaduto in autostrada era solamente l’ultimo di tanti altri comportamenti violenti subiti dopo la recente fine del rapporto. Secondo quanto riferito dalla donna, la sua decisione di porre fine al matrimonio, caratterizzato da continui comportamenti violenti da parte del marito, ha dato il via a una lunga serie di atti persecutori ai suoi danni che l’avevano costretta a cambiare le proprie abitudini di vita: continue telefonate, anche in ore notturne, ingiurie, pedinamenti e reiterate minacce di morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento