L'associazione dei comitati civici ricevuta dalla commissione Igiene e sanità del Comune

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Giorno 5 febbraio 2016 la nostra Associazione " Associazione dei Comitati Civici di Palermo" è stata ricevuta dalla IV Commissione Igiene e Sanità del Comune di Palermo, alla quale avevamo richiesto un'audizione.

Alle 9,30 ci siamo recati in via Ugo Foscolo e siamo stati accolti dai membri della Commissione.

Erano presenti :

PRESIDENTE : Giusy Scafidi

VICEPRESIDENTE : Giovanni Lo Cascio

COMPONENTI: Giovanni Geloso; Federica Aluzzo; Giorgio Cali'; Gaspare Lo Nigro.

Per l'Associazione Comitati Civici di Palermo:

Presidente: Giovanni Moncada;

Segretaria : Anna Maria D'Amico.

Come consulente esterno il dott. Eugenio Cottone, Consigliere Nazionale dei Chimici e dirigente tecnico chimico . In tale veste ha collaborato alla stesura del Programma triennale ambiente 1989-91 e 1994-96, è stato rappresentante della Regione Siciliana nel tavolo tecnico della Conferenza Stato - Regione per i sistemi informativi ambientali e per le tematiche riguardanti l'educazione ambientale

Il Presidente della Commissione, Giusy Scafidi, ha preliminarmente ringraziato noi cittadini per avere segnalato il grave problema delle discariche abusive che sono presenti nel quartiere ZEN 2, ora San Filippo Neri, dando atto del senso civico dimostrato. Ha poi dato la parola a Giovanni Moncada per illustrare il problema.

Il Presidente della nostra Associazione ha descritto in breve l'attività del nostro gruppo, volta a sensibilizzare istituzioni e cittadini alle problematiche legate alla vivibilità della nostra città. Ha poi descritto la situazione delle quattro discariche presenti nel quartiere sopra citato, fornendo le mappe ricavate da Google, con evidenziate le zone interessate.

Giovanni Moncada ha descritto in modo dettagliato la situazione della discarica più grande, che interessa un'area di 6.100 mq, fra le vie Rocky Marciano , S. Nicola e Cesare Brondi, avendo egli stesso effettuato diversi sopralluoghi, ed ha fornito alla commissione 17 foto, che documentano lo stato di questa discarica in questi giorni. Ha chiesto, al termine della presentazione, che la Commissione si attivi per produrre in Consiglio Comunale un documento ufficiale richiedendo la bonifica del sito, di far analizzare la discarica e rendere pubblici i risultati sullo stato di inquinamento dello stesso, nonché di fare recintare il terreno, per impedirne l'accesso ai mezzi pesanti che scaricano i materiali e di istituire la videosorveglianza.

Ha preso la parola il dott. Eugenio Cottone che, preliminarmente, ha suddiviso le foto individuando due generi di interventi: per i rifiuti che insistono sul suolo pubblico, e per i rifiuti ammassati su luogo privato o per il quale deve essere accertata la proprietà. Nel primo caso ha precisato che esiste l'obbligo di legge per il Comune di intervenire immediatamente, rimuovendo i rifiuti a prescindere dalla loro natura. Per il secondo caso, documentato anch'esso, occorre interessare i competenti organi al fine di identificare i proprietari. Ma se, come appare, esiste un potenziale pericolo per la salute pubblica, è dovere dell'amministrazione intervenire emettendo una ordinanza urgente di sgombero. Il terreno, come ha specificato Giovanni Moncada, è stato oggetto di sequestro nel 2014, ed al riguardo ha fornito stralci degli articoli riportati dalla stampa locale e nazionale. Pertanto la Commissione si farà carico di recuperare le notizie in merito all'esito giudiziario del sequestro, chiedendo l'accesso agli atti della Procura.

Il dott. Cottone ha poi espresso le sue considerazioni in merito al ruolo ed alle competenze delle aziende municipalizzate, che sono, di fatto, uffici del Comune e non società staccate ed indipendenti, sottolineando anche le procedure di infrazione a cui è stata sottoposta l'Italia dalla Comunità Europea in merito a questa questione. Ci siamo lasciati con la promessa di approfondire ulteriormente le delicate tematiche trattate con la collaborazione del dott. Cottone, vero esperto della materia in campo nazionale.

Torna su
PalermoToday è in caricamento