Mancano i maestri negli asili, niente supplenze: i bimbi restano a casa

Questo il disagio vissuto da diverse famiglie palermitane con i figli che frequentano il nido Primavera o l'Oberdan. "Si presenta una supplenza per due o tre giorni e poi intere settimane a casa". L'assessore Evola: "Da lunedì il problema sarà risolto"

(foto archivio)

Bambini costretti a casa per l’assenza del maestro. Questo il disagio vissuto da diverse famiglie palermitane con i figli che frequentano gli asili nido Primavera e Oberdan. "La frequenza di mio figlio - spiega a PalermoToday Salvo Cannioto - è diventata davvero un'agonia. La maestra manca da marzo a causa di una malattia e da quel giorno è un disastro. Si presenta una supplenza per due o tre giorni e poi per intere settimane il mio bambino resta a casa". Ma per il disservizio, che a singhiozzo si protrae già dall’anno scorso, il Comune sembra aver individuato la soluzione.

Ai problemi dettati dalla mancanza dell’insegnante, che costringe le famiglie a tenere i bambini a casa per lunghi giorni, si aggiungono quelli determinati anche dalla mancanza dei supplenti. "Oltre al disagio di non poterli mandare a scuola, il fatto di cambiare continuamente la figura da associare all’insegnamento - continua Cannioto - destabilizza i piccoli". Mamme e papà, esasperati da questa situazione, annunciano di volersi mobilitare per trovare una soluzione, nella speranza che il Comune si faccia carico del problema.

"Da scuola e Amministrazione - conclude il genitore - riferiscono di non avere fondi a sufficienza per pagare le supplenze. Mi sembra vergognoso". Ma l’assessore comunale alla Scuola Barbara Evola, una volta scoperto l’accaduto, si è attivata per tamponare l’emergenza. "Riapriranno lunedì le quattro sezioni delle scuole dell’infanzia che necessitano di supplenze per essere riattivate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento