Vigili urbani e operai Coime assenteisti, prorogata l'inchiesta

La notifica della prosecuzione delle indagini è arrivata a 84 tra agenti di via Dogali e dipendenti del Coime, il coordinamento interventi di manutenzione edile. L'inchiesta è partita dalla segnalazione di un vigile urbano

La Procura ha prorogato l'inchiesta sui presunti casi di assenteismo al comando della polizia municipale. La notifica della prosecuzione delle indagini è arrivata a 84 tra agenti di via Dogali e dipendenti del Coime, il coordinamento interventi di manutenzione edile. Restano ancora al vaglio dei pm le posizioni di 420 vigili che sarebbero stati all'oscuro della truffa.

L'inchiesta è partita dalla segnalazione di un vigile urbano che aveva visto un solo dipendente del Coime passare dieci badge sotto l'apposito lettore all'ingresso del Comando. Tra il dicembre del 2012 e il gennaio del 2013 le telecamere avrebbero ripreso colleghi che usano badge per conto degli altri agenti, mariti che lo facevano per le mogli. Alla luce degli avvisi di garanzia sono partiti anche i provvedimenti disciplinari. Provvedimenti che, secondo i sindacati, sono illegittimi e che sono stati impugnati dagli avvocati degli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento