Asino stramazza a terra mentre raccoglie rifiuti a Castelbuono: rabbia social per la foto

Il leader animalista Enrico Rizzi: "Metteremo in campo tutte le azioni necessarie affinché questa vergogna che ci riporta indietro di migliaia di anni, venga abolita per sempre"

Due casse di legno piene di rifiuti. Poi il crollo. Siamo a Castelbuono. Così un asinello utilizzato per la raccolta dei rifiuti in paese, legato con una corda al tronco di un albero, è stramazzato a terra. A denunciarlo sono gli animalisti del Noita (Nucleo operativo italiano tutela animali).  La foto, postata sul web da un'abitante del luogo, ha scatenato in poco tempo la reazione sui social. Indignati gli animalisti che sottolineano come l'asinello fosse "carico fino al collo, sotto il sole cocente e in evidenti condizioni di maltrattamento".

"A Castelbuono questo è il "modo" di fare la raccolta differenziata - dice Enrico Rizzi, presidente nazionale del Nucleo operativo italiano tutela animali -. Sto chiedendo ai carabinieri di sequestrare subito l'asinello vittima di evidente violenza, perché di questo si tratta. Ho anche appena telefonato al dirigente dell'Assessorato della Regione Sicilia con competenza alla tutela degli animali per informarlo di ciò. Anche lui mi ha garantito un intervento nel giro di 48 ore. Denunceremo i responsabili e li porteremo in Tribunale, ve lo prometto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polemica sta infiammando la pagina Facebook di Rizzi, che ha aggiunto: "E' palese che siamo di fronte ad una chiara violazione del codice penale. Ho anche incaricato il mio ufficio legale affinchè venga anche predisposta una denuncia a carico del proprietario dell'animale, nonché del sindaco pro tempore di Castelbuono che di fatto sta tuttora autorizzando questa barbarie. Metteremo in campo tutte le azioni necessarie affinchè questa vergogna che ci riporta indietro di migliaia di anni, venga abolita per sempre. Perchè nel terzo millennio, dove si progettano le auto volanti, è inaccettabile uno sfruttamento così indegno di un essere vivente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento