Maestre in malattia da mesi e niente supplenti: disagi all'asilo nido Braccio di Ferro

Due educatrici sono assenti da dicembre. Oggi altre tre non erano presenti. Ben 44 i bambini da gestire. Tutto regolare secondo l'assessore Evola: "Quando si verifica qualche assenza le educatrici vengono distaccate da altri asili"

L'asilo nido "Braccio di ferro"

Due educatrici in malattie da dicembre, tre assenti oggi e niente supplenti. E' questa la situazione in cui si è trovato ad operare l'asilo nido Braccio di Ferro, in via Santissimo Crocifisso, all'Albergheria dove sono ben 44 i bambini da gestire. Il motivo? Il Comune non stanzia i fondi per le sostitute. Così su undici insegnanti di ruolo, oggi solo in sei erano in servizio. Stamattina presto erano addirittura due perchè in questa, come in altre strutture, il personale fa i turni. I genitori denunciano disagi. Ma dall'asilo e dall'assessore alla scuola arriva la smentita. 

"Nessun bambino è stato rispedito a casa - sottolineano dalla segretaria dell'asilo - e abbiamo chiesto ai genitori di aspettare le 9.30, orario d'arrivo di una educatrice". "Non sono previste le supplenze - spiega la dirigente responsabile degli asili nido Fiasconaro - non solo perchè non abbiamo le risorse ma anche perchè non ne abbiamo bisogno. Il personale delle strutture è sufficiente. Quando capita quello che è capitato all'asilo nido Braccio di Ferro provvediamo al distacco del personale di altre strutture".

L'assessore Barbara Evola conferma quanto dichiarato dalla dirigente: "I bambini frequentano normalmente la struttura e quando si verifica qualche assenza le educatrici vengono distaccate da altri asili in modo da assicurare la continuità del servizio". E dal Comune - nel pomeriggio - hanno aggiunto: "A seguito dello sblocco della piattaforma telematica ministeriale il cui utilizzo è necessario per l'avvio delle chiamate dei supplenti, tra domani e dopodomani riprenderanno regolarmente le attività in tutte quelle sezioni di scuole materne che per alcuni giorni erano state sospese per l'assenza dei maestri di ruolo in malattia".

Sulla vicenda ha parlato anche Leoluca Orlando: "Proprio stamattina i tecnici dell'area della scuola e quelli del Ministero dell'Economia hanno sbloccato il sistema. Resta purtroppo la follia di una norma che subordina la chiamata in servizio di supplenti ad una lunga e complessa procedura che a volte richiede più tempo della durata della supplenza stessa, privando così i bambini e le famiglie di un servizio essenziale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento