"Ci ha toccato il sedere", 25enne bloccato da due guardie giurate all'università

Due studentesse si sono rifugiate nella garitta della vigilanza privata di viale delle Scienze. Hanno fornito una descrizione dell'aggressore che è stato poi rintracciato e placcato vicino alla facoltà di Chimica e Biologia. Il molestatore è stato quindi consegnato alla polizia

(foto archivio)

Bloccate e palpeggiate lungo i viali della cittadella universitaria. E’ accaduto lo scorso venerdì mattina in viale delle Scienze quando due studentesse si sono rifugiate nella garitta della vigilanza privata della Ksm che si trova all’ingresso chiedendo riparo a una guardia giurata. “C’è un maniaco che ci ha inseguito e ci ha toccato il sedere”, hanno detto ancora sotto shock le due giovani.

A lanciare l’allarme al 113 è stata la stessa guardia giurata alla quale le due studentesse, poco più che ventenni, si sono rivolte dopo essere riuscite a divincolarsi dal molestatore. Stando al loro racconto le avrebbe palpeggiate mentre passeggiavano all’altezza del Polo didattico (edificio 19). Dopo aver raccolto una descrizione dell’aggressore è stata una pattuglia dell'istituto di vigilanza privata ad effettuare le prime ricerche all'interno dell'università.

“Abbiamo sentito i vigilanti urlare - racconta a PalermoToday uno studente di Chimica - a un ragazzo che stava passeggiando. Aveva una maglietta gialla e portava gli occhiali da sole”. Al termine di un breve inseguimento in auto una delle guardie giurate della Mondialpol, come ricostruito dai presenti, si è lanciata sul presunto aggressore e lo ha placcato.

“Mentre si trovava a terra l’abbiamo sentito urlare: ‘Lasciatemi stare, sono un padre di famiglia’. Cinque minuti dopo è arrivata la polizia”. Gli agenti intervenuti hanno preso e ammanettato il responsabile, un 25enne, e lo hanno portato in caserma per accertamenti e poi sottoposto ai domiciliari. Al termine del giudizio per direttissima, ieri mattina, il giudice ha convalidato l’arresto per il giovane accusato di violenza sessuale e disposto per lui nuovamente i domiciliari in attesa del processo.

Sabato sera, una turista inglese di 29 anni sarebbe stata trascinata in auto e palpeggiata da due sconosciuti che avrebbero approfittato della momentanea assenza del fidanzato. La mattina seguente, alle 8 di domenica, i due vacanzieri hanno contattato la polizia per denunciare l’accaduto. In corso le indagini della Squadra Mobile.

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Estate uguale esodo al villino, ecco come i palermitani possono arredare la casa al mare

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento