Turista tedesco gira l'Italia da Nord a Sud, arriva a Palermo e viene rapinato dopo un'ora

Giornata da dimenticare per un 23enne. In piazza Bologni un malvivente lo ha avvicinato con una scusa, lo ha spinto e gli ha rubato l'iPhone. Il tempestivo intervento della polizia è però servito a bloccare il rapinatore tra i vicoli di Ballarò

La polizia a Ballarò

Ventitré anni, tanta voglia di viaggiare e la sfortuna di finire tra le grinfie di un rapinatore dopo neanche un'ora dal suo arrivo a Palermo. Un giovane turista tedesco è stato rapinato alle 20.30 di ieri in piazza Bologni da un uomo che lo ha avvicinato con una scusa e subito dopo lo ha spinto per terra per rubargli l’iPhone. Poi la fuga a grandi falcate in direzione di Ballarò, dove si sono “materializzati” due agenti delle volanti di polizia che lo hanno bloccato e arrestato.

Il giovane turista, terminato un breve soggiorno a Napoli, è salito sul treno per proseguire il suo tour italiano e raggiungere la Sicilia. Arrivato a Palermo si è diretto verso l’hotel, ha lasciato i bagagli e si è diretto verso il centro storico. Ha avuto appena il tempo di ammirare la zona del Cassaro alto, uno scorcio della Cattedrale e si è fermato in piazza Bologni. Qualche minuto dopo un trentenne lo ha preso di mira e gli ha chiesto qualche spicciolo: "Hai un euro per la benzina? Sono rimasto a piedi con lo scooter".

Al rifiuto del 23enne tedesco il rapinatore lo ha spinto con violenza e lo ha fatto cadere per terra. Quindi lo ha minacciato, gli ha messo le mani in tasca e gli ha rubato lo smartphone prima di scappare e far perdere le proprie tracce tra gli stretti vicoli di Ballarò. La scena non è passata inosservata agli occhi dei passanti, uno dei quali ha preso il proprio telefono e ha lanciato immediatamente l’allarme al 113.

Grazie alla tempestiva segnalazione e all'esatta descrizione del rapinatore comunicata tramite radio, due agenti dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico hanno iniziato a setacciare la zona. Passando per via Corrado Avolio hanno notato un uomo sospetto. I suoi tratti somatici e gli indumenti corrispondevano perfettamente all’identikit del ricercato: era il rapinatore fuggito da piazza Bologni. Dopo un breve inseguimento a piedi gli agenti sono riusciti a bloccare il trentenne.

La perquisizione ha consentito di recuperare l’iPhone rubato che il trentenne aveva ancora in tasca. In manette è finito F.C., residente nella zona di Falsomiele, colto in flagranza e accusato di rapina. Il malvivente è stato quindi portato in caserma per accertamenti in attesa della direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto disponendo per lui, in vista del processo, la misura cautelare dell’obbligo di dimora nella propria abitazione dalle 19 alle 7. Il cellulare è stato restituito al legittimo proprietario che ha ringraziato i poliziotti per aver fatto sì che la sua tappa palermitana non si trasformasse solo un brutto ricordo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento