Corso dei Mille, piantagione di marijuana in una villa: sequestrati 51 mila euro a un giovane

In manette un 23enne accusato, oltre al furto aggravato di energia elettrica, di coltivazione e produzione di sostanza stupefacente. Nell'armadio in cui c'erano i contanti sono state trovate anche 39 cartucce per fucile

Il materiale rinvenuto dopo la perquisizione della polizia

Novantasei piante, altri 87 vasi con relativi germogli e 3 chili di marijuana già essiccati e pronti per essere consumati. La polizia ha arrestato in corso dei Mille il 23enne Salvatore Mazza, accusato del reato di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti. Oltre a questo reato dovrà rispondere anche di furto aggravato di energia elettrica perché, come ricostruito dagli agenti, aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete pubblica per abbattere gli elevati consumi dovuti agli impianti di areazione e illuminazione.

Ad entrare in azione i Falchi della Squadra Mobile e gli agenti delle volanti dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico. Dopo aver osservato i movimenti sospetti di alcuni giovani che si aggiravano attorno alla villa, i poliziotti hanno deciso di entrare ed effettuare una perquisizione. "È stato verificato come un ampio magazzino della villa - spiegano dalla Questura - fosse stato adibito a serra indoor. Appena entrati gli agenti, ‘investiti’ da un inconfondibile odore, hanno trovato 96 piante alte 140 centimetri ciascuna". Poi hanno raggiunto un secondo locale sottostante dove c’erano gli 87 vasi e i 3 chili di marijuana già essiccata.

"Ciò che era stato allestito nei due locali era una vera e propria serra con ogni tipo di accorgimento e strumentazione creare un ambiente ideale per la crescita della cannabis". Negli stessi locali gli agenti hanno trovato in un armadio 39 cartucce per fucile e una cassaforte. "All’interno è stata rinvenuta una somma di denaro - concludono dalla Questura - pari a 51 mila euro sulla cui provenienza il giovane ha fornito versioni lacunose e contrastanti". Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato, mentre proseguono le indagini per chiarire l’esistenza di un giro di spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento