Zona corso Calatafimi, piantagione di marijuana in un garage: arrestato 42enne

I carabinieri avevano notato alcuni strani movimenti attorno a quel box. Poi l'appostamento e la conferma dei sospetti grazie al fiuto del pastore tedesco Ron del Nucleo cinofili. Sequestrati anche 3 grammi di cocaina e 15 di hashish

Le piante sequestrate nel garage di via Pietro Floridia

Coltivava marijuana in un garage dove sono stati sequestrati anche hashish e cocaina. I carabinieri hanno arrestato in via Pietro Floridia, nella zona di corso Calatafimi, il 42enne I.B. con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio sostanze stupefacenti. Ad insospettire i militari di una pattuglia di motociclisti del Nucleo radiomobile gli strani movimenti notati vicino a quella stradina.

A confermare il sospetto di trovarsi di fronte a un punto di spaccio, dopo un appostamento, è stato il fiuto di Ron, pastore tedesco del Nucleo cinofili di Palermo Villagrazia che li ha condotti davanti all’ingresso del garage. "A seguito della successiva perquisizione - spiegano dal Comando provinciale - i militari hanno identificato il proprietario che aveva realizzato una piantagione di canapa indiana".

La serra, costituita da quattro piante, era illuminata con fari alogeni e dotata di impianto di areazione. "Sono stati inoltre rinvenuti 3 grammi di cocaina già suddivisi in dosi, 15 grammi di hashish divisi in stecche, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento e 65 euro ritenuta provento dell’attività di spaccio", concludono dal Comando provinciale.

Il 42enne, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato tratto in arresto e una volta espletate le formalità di rito è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima che si è concluso con la convalida dell’arresto. Per lui il gip ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di dimora a Palermo e dell’obbligo di presentazione in caserma. Quindi è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento