L'avvocato, il maresciallo e il finto arresto: sgominata la banda che truffava gli anziani

In manette un napoletano di 34 anni considerato responsabile di almeno 10 episodi avvenuti nell'agosto del 2018 nel Palermitano. Facevano credere alle loro vittime che un loro parente era finito in manette. "Se porta gioielli e contanti lo liberiamo subito"

Un truffatore napoletano che si spacciava per un avvocato, un finto maresciallo e un prestanome che avrebbe noleggiato una vettura utilizzata per le truffe agli anziani. I carabinieri hanno arrestato e sottoposto ai domiciliari un napoletano di 34 anni, considerato responsabile di almeno dieci episodi avvenuti ad agosto 2018, alcuni dei quali tra Terrasini, Capaci, Partinico, Campofelice di Roccella e Caltavuturo, oltre Sciacca, Menfi, Alcamo e San Vito Lo Capo.

Truffe agli anziani, il dossier dei carabinieri

Gli obiettivi prediletti dalla banda erano gli anziani. "Il truffatore - spiegano dal Comando provinciale - faceva credere di essere l’avvocato di un congiunto appena arrestato e detenuto in una caserma dell’Arma, che quindi non poteva essere contattato in alcun modo, ottenendo gioielli o denaro in cambio della immediata liberazione. Per essere più credibile, faceva parlare gli anziani al telefono con un sedicente maresciallo dei carabinieri, rimasto ignoto".

Un terzo uomo, dopo le indagini coordinate dalla Procura di Sciacca, è stato denunciato in quanto considerato un prestanome che si era intestato il noleggio di una vettura utilizzata per le truffe. Grazie a questo stratagemma la banda è riuscita a impossessarsi complessivamente di 23 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Via Marchese di Roccaforte, comprano borragine ma è mandragora: gravi madre e figlia

Torna su
PalermoToday è in caricamento